Quel (travagliato) matrimonio tra Loredana Bertè e Bjorn Borg

Su Rai Movie la sera del 31 agosto va in onda il film che racconta la rivalità tra il tennista svedese e lo statunitense John McEnroe, nella finale del 1980 a Wimbledon. Alcuni anni prima delle nozze con la cantante.

Pubblicato il 31 agosto 2021
Spettacolo

Una delle più straordinarie rivalità di tutti i tempi con protagoniste due stelle assolute del tennis che hanno fatto la storia dello sport mondiale. Borg McEnroe, il film su Bjorn Borg e John McEnroe, va in onda in prima serata su Rai Movie il 31 agosto 2021.

Come si evince anche dal trailer, la pellicola ci trasporta direttamente nell’estate 1980. Sta per prendere il via il Torneo di Wimbledon e i due giocatori più quotati per la vittoria sono lo svedese Bjorn Borg e l’americano John McEnroe. Due tennisti, e due giovani uomini, che non potrebbero essere più diversi, almeno secondo lo storytelling dell’epoca.

Il film si gioca tutto sull’incredibile match, alimentato da tensioni e aspettative nell’attesa di scoprire chi sarà il vincitore. La pellicola dosa sport, azione e profilo psicologico dei personaggi. Bjorn Borg, del resto, è conosciuto oltre che come leggenda del tennis, anche per la travagliata relazione con Loredana Bertè, che nel film non viene accennata.

I due si conobbero nel 1973 ma fu solo nel 1989 che convolarono a nozze. Fu una storia difficile, costellata da diversi incidenti: prima il tentato suicidio di Borg – salvato proprio dalla cantante – poi la dipendenza dalla cocaina da parte di entrambi. Borg si dimostrò inoltre, sin da subito, del tutto insofferente alla carriera musicale di Loredana, tanto che lei dovette annullare anche un’importante tournée organizzata da David Zard, uno tra i manager più importanti a livello internazionale.

La famiglia di lui, da sempre contraria alla loro relazione, fece di tutto per ostacolarli, al punto da opporsi al concepimento di un figlio, dalla cantante assai desiderato. La loro storia d’amore finì nel 1992, con la Bertè che picchiò il marito dopo che questi aveva chiamato in albergo due prostitute. In una vecchia intervista al Corriere della Sera , riportata da Io Donna, ha raccontato: “Anche oggi, se ci ripenso, non lo so se è stato amore vero, sono stata trascinata dall’idea che potesse essere per sempre, e io non avevo mai avuto niente per sempre. Dovevo lasciarlo prima!”.

Il film ha ottenuto due candidature agli European Film Awards, e in Italia – al Box Office – ha incassato due milioni di euro. Nel cast anche Sverrir Gudnason, Shia LaBeouf, Stellan Skarsgård, Tuva Novotny, Ian Blackman.

Seguici anche su Google News!