Come far passare la fame: metodi migliori

Come contrastare i languori tra i pasti, durante una dieta dimagrante o per una alimentazione sana ed equilibrata.

Fitness

Storia

Quando si sta seguendo una dieta dimagrante, o semplicemente se si vuole restare in forma senza sgarrare, sapere come far passare la fame e i metodi migliori per resistere al “languorino” tra i pasti può essere davvero utile.

Naturalmente, sia durante la dieta che con una alimentazione equilibrata, è opportuno consumare un numero di pasti che soddisfi il fabbisogno energetico (sebbene per perdere peso il menu deve essere comunque ipocalorico, per aggiungersi a stile di vita sano e attività fisica regolare permettendo il dimagrimento).

Tutti i nutrizionisti consigliano cinque pasti:

  1. la colazione, un pasto equilibrato, con latte o yogurt, fette biscottate e marmellata, caffè o thè;
  2. lo spuntino di metà mattina, con una manciata di frutta secca o uno yogurt magro o un frutto;
  3. il pranzo, con riso o pasta integrali e verdure;
  4. lo spuntino di metà pomeriggio, alternando una manciata di frutta secca o uno yogurt magro o un frutto;
  5. la cena, con un secondo, un contorno e una fetta di pane integrale tostato.

I 5 pasti servono appunto per “coprire” tutto l’arco della giornata. In particolare, gli spuntini consentono di non arrivare troppo affamati al pranzo e alla cena e di frenare la fame, facendo recuperare energie e concentrazione. Almeno dovrebbero.

Capita, infatti, che una manciata di noci o una mela non siano sufficienti e di sentirsi affamati dopo poco tempo. O che, specialmente con un menu dalle calorie limitate, dopo aver mangiato non si sia ancora sazi. O ancora che si cada vittima della fame nervosa o delle “voglie” in gravidanza.

Come comportarsi in questi casi? Mangiare fuori pasto (spuntino compreso) equivale a sgarrare sia nei confronti di una dieta dimagrante che di un’alimentazione sana. E se è vero che ogni tanto uno strappo alla regola è consentito e risolleva il morale, è anche vero che per sua stessa definizione non può essere una concessione quotidiana.

Allora come far passare la fame quando non volete esagerare ma il pasto successivo è ancora lontano? La nostra redazione ha raccolto i metodi migliori da provare durante la prossima “crisi di fame”. Prima di applicarli, ricordate di chiedere consiglio al medico di famiglia, soprattutto se i “languori” non passano o sono molto frequenti.

7 consigli per far passare la fame

  1. Bere molta acqua. Bere molta acqua permette di “ingannare” il cervello e di riempire lo stomaco. Volete aggiungere un po’ di gusto in più? Spremete in un grande bicchiere di acqua fresca mezzo limone.
  2. Puntare sugli estratti naturali. Alcuni rimedi naturali possono regalare un certo senso di sazietà, come il citrus aurantium (arancio amaro) e la rodiola rosea. Chiedete consiglio in erboristeria su opportunità, modalità e dosaggi.
  3. Provare con le tisane. Riempiono lo stomaco e rilassano le membra: sono le tisane ai fiori d’arancio, alla melissa, all’eleuterococco e alla passiflora, da prendere rigorosamente senza zucchero.
  4. No a caramelle e gomme. Se lì per lì possono sembrare una buona soluzione di “tamponamento”, gomme e caramelle vanno evitate, perché stimolano con la saliva la digestione e portano a ulteriore senso di fame.
  5. Informarsi sugli integratori. A base di glucomannano,di  gomma guar o di cellulosa, alcuni integratori aumentano di volume nello stomaco e regalano senso di sazietà, ma anche gonfiore. Prima di prenderli è necessario un consulto medico.
  6. Distrarsi. Un momento di fame può passare anche distraendosi: fate una passeggiata, leggete un libro, telefonate a un’amica.
  7. Lavarsi i denti. Lavandovi i denti durante un “attacco di fame” la bocca risulterà fresca, al sapor di menta, e probabilmente non avrete più voglia di mangiare.

Credits foto: