Quanta acqua bere al giorno per dimagrire

Attiva il metabolismo, placa la fame e depura dalle tossine: ecco come idratarsi durante la dieta.

Fitness

Depura, migliora il metabolismo e riempie lo stomaco regalando una sensazione di sazietà: ma quanta acqua bere al giorno per dimagrire? Ogni dieta dimagrante, infatti, consiglia di bere tanta acqua. L’acqua, del resto, è il principale elemento costituente del corpo umano e rappresenta circa il 60% del peso negli uomini adulti e dal 50 al 55% del peso nelle donne.

Lo stesso Ministero della Salute sottolinea come l’acqua sia coinvolta in quasi tutte le funzioni del corpo: agisce nell’organismo come solvente di composti inorganici e organici; favorisce la dissociazione degli elettroliti; funziona da liquido termostatico con capacità termoregolatrici; consente lo svolgimento delle trasformazioni metaboliche; costituisce il reagente di innumerevoli trasformazioni del chimismo cellulare, come reazioni enzimatiche e ossidazione biologica.

La quantità di acqua da bere per un’alimentazione sana è naturalmente variabile a seconda degli individui, e deve tenere conto di tanti fattori, dell’ambiente, dello stile di vita, del lavoro, del tipo di alimentazione e delle attività di ciascuno.

Quanta acqua bere ogni giorno

Il gruppo di esperti scientifici dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (European Food Safety Authority, EFSA) ha recentemente ridefinito i valori di riferimento per le assunzioni di acqua, raccomandando la quantità che è necessario assumere per godere di buona salute a seconda dell’età e del sesso. Per gli adulti si parla di 2 litri al giorno per le donne e 2,5 litri per gli uomini.

Due litri corrispondono a 8 bicchieri da 250 ml. Non vi sembra un numero rilevante? Sappiate che probabilmente vi troverete già davanti a una sfida, in quanto il 43% degli adulti beve meno di quattro tazze di acqua al giorno, e il 7% dichiara di non bere bicchieri d’acqua durante tutta la giornata. Generalmente la necessità di acqua può essere regolata dalla sete, ma in tanti (primi tra tutti gli anziani e i bambini) non si accorgono neppure che non bevono da molto tempo. Bene, dunque, tenere a mente o segnare quanto si beve, per essere sicuri che sia abbastanza.

Per contro, non bisogna esagerare con l’acqua, in quanto un eccesso potrebbe portare all’ iponatriemia, o iposodiemia, un disturbo elettrolitico in cui la concentrazione del sodio nel plasma è più bassa del normale, noto come intossicazione da acqua, che può portare a gonfiore nel cervello, convulsioni e coma.

Chi pratica sport, tuttavia, deve idratarsi di più per sopperire ai liquidi persi sudando, bevendo prima, durante e dopo l’attività.

Quanta acqua bere al giorno per dimagrire

E per chi vuole dimagrire? Abbandonare tutti gli altri tipi di bevande (alcol, bibite gassate, succhi di frutta) in favore dell’acqua permette non solo di tagliare le calorie ma anche di mantenere il corretto funzionamento degli organi, di potenziare il metabolismo e di liberarsi le tossine.

Certo è fondamentale seguire una certa disciplina per essere costanti nel bere il necessario. Quanto? Ve lo diciamo noi. Non stupitevi: la quantità ideale (in linea di massima) è sempre 2 litri al giorno per le donne e 2,5 litri per gli uomini, o poco più, da aumentare sicuramente in caso di attività sportiva o nelle giornate molto calde.

L’idratazione corretta va aggiunta a una dieta ipocalorica personalizzata, stabilita con un dietologo o un nutrizionista, e a uno stile di vita attivo e sano.

In particolare, è utile bere un bicchiere di acqua a stomaco vuoto a temperatura ambiente al mattino, per liberare il corpo dalle scorie accumulate durante la notte e riattivare il metabolismo, e due bicchieri prima dei pasti, che regalano senso di sazietà e permettono di placare la fame prima e mangiare di meno. Durante la dieta, infatti, tra i trucchi per non sgarrare c’è sicuramente quello di bere acqua quando si ha fame. Provare per credere.

Credits foto: