Coronavirus: Francesco Renga descrive la tragedia che ha colpito Brescia

Il cantante ha centrato l'attenzione sull'intera generazione di nonni scomparsi a causa della pandemia

Pubblicato il 3 aprile 2020

Molti personaggi famosi che vivono nelle zone più colpite dall’emergenza Coronavirus continuano a condividere le loro testimonianze circa la situazione drammatica di questi giorni.

Tra questi ha voluto raccontare la sua esperienza personale anche Francesco Renga che è stato intervistato da I Lunatici su Radio Rai. Il cantante vive a Brescia con i figlia Jolanda di sedici anni e Leonardo di tredici, entrambi nati dalla sua relazione con l’ex compagna Ambra Angiolini.

Le parole di Renga sono toccanti e centrano l’attenzione sull’intera generazione di persone anziane scomparse a causa della pandemia: “Nella mia Brescia è stata una tragedia di proporzioni veramente devastanti. Forse non si è capito qui tra Bergamo e Brescia abbiamo passato dei momenti terribili che sono stati compresi forse in maniera più precisa da tutto il Paese con le immagini delle salme portate via dall’esercito dall’ospedale. Nel bresciano e nel bergamasco ci sono dei posti dove una intera generazione non c’è più. I nonni non ci sono più. Io abito in una casa vicino all’ospedale, sentivo le ambulanze con una frequenza di pochi secondi una dalle altre. Andavano e venivano“.

Il cantante ha, così, continuato parlando dello spirito di sacrificio che contraddistingue i bergamaschi: “Abbiamo visto tanta forza, tanta energia. Il virus qui non ha piegato nessuno. Anche se sono morti nonni, madre, padri. Qui nessuno si è mai permesso di arrendersi, è commovente. Bisogna aiutare ora chi rischia di rimanere indietro. Non deve rimanere indietro nessuno. Ma non solo a Brescia, nel Paese“.

Francesco ha concluso l’intervista spiegando come i figli stanno affrontando questo periodo difficile: “I nostri figli all’inizio l’hanno vissuta come noi, sembravano in un film. Ora sono sconvolti come noi. Io e Ambra siamo molto fortunati da questo punto di vista, nostra figlia Iolanda ha sempre avuto un grande impulso per il sociale. Sa che fa parte di una comunità, che è meglio se in quella comunità tutti stiano comunque bene. Quando tutto sarà finito, non dimentichiamoci dei veri angeli“.

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip