Dimore storiche dove dormire

Dal Veneto alla Puglia, passando per Firenze e Roma, le più belle residenze per un soggiorno all’insegna di arte, storia, cultura

Pubblicato il 22 gennaio 2020

Le dimore storiche dove dormire non sono solo lussuosi hotel con camere principesche e Spa. Sono le case più belle d’Italia. Qui è possibile trascorrere indimenticabili momenti in occasione di viaggi, vacanze o weekend romantici.

Gli ambienti unici, suggestivi, ricchi di storia, hanno mantenute intatte nel tempo le loro caratteristiche peculiari.

Tra gli immobili storici valutati e approvati dall’Associazione Dimore Storiche Italiane, al fine di garantire alti standard qualitativi, ci sono castelli, borghi, ville, palazzi, ma anche abbazie, casolari e masserie. Tutte le residenze hanno in comune l’afflato verso uno stile e un ritmo di vita lontani da quelli frenetici dei giorni nostri. Ma anche un legame profondo con il territorio circostante.

Scegliere l’ospitalità in una dimora storica permette di vivere un’esperienza magica. E inoltre di contribuire attivamente alla salvaguardia del patrimonio monumentale italiano con un turismo sostenibile e all’insegna della cultura e della bellezza senza tempo.

Se vi abbiamo incuriositi, scoprite con noi 5 dimore storiche dove dormire in Italia, dal nord al sud del Belpaese.

5 dimore storiche dove dormire

  1. Dimore storiche dove dormire in Italia
    Castello di Roncade

    Castello di Roncade (Veneto). Nella campagna veneta tra Treviso e Venezia sorge il Castello di Roncade. Maestoso complesso rinascimentale, ricostruito nel 1508, è una delle rare ville pre-palladiane cinte da mura medievali. Qui è possibile pernottare nelle lussuose suite della villa e negli appartamenti situati nelle torri. Vengono organizzate visite guidate della villa, della cappella privata e della bottaia, nonché degustazioni per assaggiare i vini del Castello, dato che la proprietà conta 110 ettari di vigneti. Prenota ora 

  2. Hotel Posta

    Hotel Posta (Emilia Romagna). Situato sulla Via Emilia, nel centro storico di Reggio Emilia, l’Hotel Posta è stato fondato nel 1515 e vanta, quindi, più di 500 anni di attività alberghiera. Al suo interno sono tante le tracce di arte e cultura, dagli affreschi antichi alla sala per la colazione in stile Liberty. La storia del Palazzo del Capitano del Popolo che lo ospita inizia nel 1280. In principio è sede del Capitano del Popolo, appunto, nuova figura eletta per governare la città dopo il dominio della contessa Matilde di Canossa. Nel 1400 diventa dimora di Sigismondo d’Este e, infine, albergo nel 1515, col suggestivo nome di Locanda del Cappello Rosso. Prenota ora

  3. Casa Howard

    Casa Howard (Toscana). Casa Howard a Unique Guest House in Florence è un armonico incrocio tra boutique hotel e B&B dedicato agli amanti della ricercatezza, a pochi passi da Santa Maria Novella a Firenze. Le antiche pavimentazioni si uniscono a arredi preziosi, capaci di differenziare le proposte riservate Si va dalla suite adatta a una famiglia con bambini alla sala di lusso per un soggiorno romantico. Prenota ora

  4. VOI Donna Camilla Savelli Hotel

    VOI Donna Camilla Savelli Hotel (Lazio). A Trastevere, il popolare quartiere romano, si trova questo un “resort” cittadino ricco di fascino e di identità storica. Ubicato in un ex convento costruito nel 1642 da Francesco Borromini per conto di Virginia Camilla Savelli, moglie di Pietro Farnese, è ora un hotel di charme. Ospita un giardino, una chiesa, una grotta romana del I secolo d.C. e l’antico refettorio delle monache, oggi salone principale. Tra le caratteristiche una delle offerte del ristorante, il “Menu rinascimentale”, frutto di una attenta ricerca dei sapori della Roma di fine ’500. Prenota ora

  5. Masseria Spina Resort

    Masseria Spina Resort (Puglia). Il Complesso Monumentale Masseria Spina di Monopoli abbraccia un interessante spaccato di storia e architettura che va dall’Alto e Basso medioevo fino all’età moderna. Le vestigia più antiche sono, infatti, costituite dalle tombe scavate nel banco roccioso. Ci sono poi gli insediamenti rupestri risalenti al IX sec, la Chiesa Minore del XI, mentre le Torri, il prospetto del corpo principale con annessa Chiesa dell’Immacolata, barocche. Il lusso e il comfort contemporanei negli ambienti sono arricchiti con oggetti della civiltà contadina. Prenota ora

Seguici anche su Google News!