Elton John interrompe un concerto: "Non ho più voce, ho la polmonite"

Il cantante si è mostrato molto dispiaciuto per non aver potuto dare il massimo ai fan australiani, accorsi per ascoltare la sua musica.

Pubblicato il 17 febbraio 2020

Cattive notizie per Elton John, che non ha fatto in tempo a godersi l’Oscar vinto per la migliore canzone tratta dal film biopic Rocketman, che per l’appunto è incentrato sulla sua vita. Impegnato questa domenica in un concerto ad Auckland, Nuova Zelanda, ha dovuto interrompere il live per le precarie condizioni di salute in cui versava.

Già consapevole di non poter fare moltissimo, a causa della diagnosi di polmonite atipica (forma lieve della normale malattia), il cantante si è allontanato dal palco all’incirca verso la metà del concerto, per poi rimettersi al pianoforte per altri due brani.

Lo sforzo però è stato troppo e alla fine Elton John ha dovuto capitolare. “Ho completamente perso la voce. Non posso cantare. Devo andare. Mi spiace”, ha detto al pubblico, che invece di arrabbiarsi lo ha supportato calorosamente, tributandogli una standing ovation. L’artista è quindi stato accompagnato dietro le quinte.

All’inizio del live il pubblico era già stato avvertito delle cattive condizioni di salute del loro beniamino, il quale ha in seguito voluto scusarsi sui social media, dolendosi di non aver potuto dare il massimo ai suoi fan: “Vorrei ringraziare tutti quelli che sono venuti al concerto. Oggi mi hanno diagnosticato la polmonite atipica, ma ero intenzionato a offrirvi il miglior concerto possibile. Ho suonato e cantato con tutto il cuore, ma la mia voce non ha retto oltre. Mi sento deluso, arrabbiato e dispiaciuto. Ho dato tutto quello che potevo dare”.

Permane l’incertezza sui prossimi appuntamenti canori di John, che dovrebbe avere altri due concerti proprio ad Auckland, in programma per il 18 e 22 febbraio. Il tour in cui è impegnato il cantante, il Farewell Yellow Brick Road, lo porterà successivamente nel resto dell’Australia e quindi in Nord America.