Eurovision stravaganti: tutti i look più eccentrici dei cantanti a Torino

Una selezione degli abiti più appariscenti durante la seconda semifinale del concorso canoro. Non ha deluso il pubblico l'attesissimo Achille Lauro su un toro meccanico, poi hanno stupito Finlandia, Georgia e Australia.

Pubblicato il 13 maggio 2022
Moda

È proseguita la competizione canora sul palco del Pala Olimpico di Torino con la seconda parte delle semifinali il 12 maggio 2022. All’Eurovision Song Contest, i cantanti in gara – tra cui un attesissimo Achille Lauro su un toro meccanico – si sono impegnati a dare il massimo sia nelle loro esibizioni musicali, che in fatto di stile.

Non ha deluso il pubblico il cantante romano di Stripper (anche se i suoi sforzi non sono stati ripagati dai giudici). Al fianco di Boss Doms, Lauro ha infatti inscenato una delle sue  performance eccentriche a cui ha abituato Sanremo nelle sue ultime edizioni. Si è aggiudicato così una menzione d’onore per i look più stravaganti del festival musicale. Da molti considerato esagerato, da alcuni geniale, Lauro non è in ogni caso riuscito a qualificarsi alla finale del 14 maggio.

Ad aprile la serata i finlandesi The Rasmus col brano Jezebel. La band, nata nel 1994, è conosciuta per aver scalato le classifiche internazionali nei primi Anni Duemila con la loro hit In the Shadows. 20 anni dopo hanno riconfermato le loro vibes gothic rock, anche grazie all’inconfondibile look scelto per l’esibizione: uno strano mix di giallo e nero, che quasi ricordava il colore delle api.

Uno stile senza regole appartiene invece al gruppo Tbilisi Circus Mircus, portabandiera della Georgia con il brano Lock Me In. Camaleontici, divertenti e indecifrabili – come si legge su Sky Tg24 – si sono impossessati della scena con maschere, travestimenti e altri dettagli bizzarri. Tra questi un trench, occhiali da saldatore e barbe decorate. La performance è infine terminata con la scritta “Make Love Not War”. 

Vladana Vučinić, per il Montenegro, ha sfoggiato un lungo abito blu. A renderla appariscente, il make-up con applicazioni ispirato dalla serie tv Euphoria a simbolo indiscusso della Generazione Z.

A chiudere l’elenco dei look più strani in gara all’Eurovision non può che essere l’australiano Sheldon Riley, già apparso teatralmente sul turquoise carpet della Reggia di Venaria. Maestoso e opulente, in semifinale ha indossato un abito bianco del couturier Alin Le’ Kal e una maschera di cristalli di House of Emmanuele: un modello che si chiama White Knight, ovvero, Cavaliere bianco.

Seguici anche su Google News!