Justin Bieber racconta per la prima volta la sua dipendenza da droghe e Xanax: il giovane cantante nel 2014 ricorreva a un mix tra le due sostanze per superare la pressione e lo stress, e oggi spiega a Vogue come il matrimonio con Hailey Baldwin abbia cambiato la sua vita.

Con molta sincerità Justin Bieber rivela che in passato, durante il Purpose Tour, ha iniziato a ricorrere a sostanze illecite e tranquillanti.

Sono stato davvero depresso durante il Purpose tour, non ne parlavo ma ero solo, e avevo bisogno di tempo“, racconta il cantante in una lunga intervista alla rivista. “Mi ritrovavo a fare cose di cui mi vergognavo, come essere promiscuo. Usavo lo Xanax proprio per non provare vergogna. Le droghe mi distanziavano da ciò che stavo facendo“.

Il periodo che va dal 2014 al 2018 viene definito il suo periodo buio: “Era tutto molto cupo. Mi svegliavo a notte fonda per controllare il battito, per vedere se respiravo ancora“.

Dopo la rottura con Selena Gomez, sua fidanzata storica, e una lunga amicizia con Hailey Baldwin, Justin ha scelto lei. “La castità è stata la scelta giusta. Lei era quella giusta, e ho fatto bene ad aspettare il matrimonio prima di avere rapporti con Hailey“.

Racconta così Justin Bieber la nascita dell’amore con la modella e l’uscita dalla sua dipendenza da stupefacenti.

Il matrimonio lampo, poche settimane dopo l’inizio della love story, aveva stupito tutti. La coppia, però, appare molto innamorata e convinta di questo passo sulle pagine di Vogue e nelle foto che li ritraggono insieme.

Dio mi ha ripagato con Hailey”, afferma Justin, che aggiunge: “Questo è stato il risvolto positivo. Quando l’ho rivista lo scorso giugno, ho capito che mi ero dimenticato dell’amore che provavo per lei e dell’impatto positivo che poteva avere nella mia vita“. Justin Bieber si dice ora pronto a tornare sul palco e a riprendere in mano la sua carriera, lontano dai fantasmi del passato.