Le cose che non sai su Ornella Vanoni, presentatrice per una sera de Le Iene

Dal sogno di fare l'estetista alla relazione con Giorgio Stehler, passando per la travagliata storia d'amore con Gino Paoli. Ecco alcune curiosità sulla cantante, che il 16 novembre affianca Nicola Savino nel programma di Italia 1.

Pubblicato il 16 novembre 2021
Spettacolo

Nuova puntata, nuova conduttrice. Per l’edizione 2021 de Le Iene, infatti, al fianco di Nicola Savino si alternano dieci donne del mondo dello spettacolo, della musica, dello sport, della televisione. Nel corso delle prime puntate hanno indossato il completo nero Elodie, Rocío Muñoz Morales, Elisabetta Canalis, Paola Egonu, Madame e Michela Giraud. Il 16 novembre, invece, è il turno di Ornella Vanoni.

È una delle colonne portanti della musica italiana, una delle artiste più longeve di sempre, ma ci sono alcune cose che forse non tutti sanno su di lei. Per esempio, che da giovane sognava di fare l’estetista. I suoi piani sono cambiati, però, nel 1953: durante il primo anno all’Accademia di arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano si innamora di Giorgio Strehler, il suo professore. Iniziano così una relazione, finita bruscamente a causa dei vizi del regista: “A dividerci furono i suoi vizi. A un tratto non li sopportai più. Non avevo voglia di assumere quella cosa che usava in continuazione. Della cocaina ero stufa, ero stanca. Lui ne faceva un uso smodato”, ha raccontato la cantante a Vanity Fair.

La sua carriera nel mondo della musica decolla proprio grazie a Strehler, che le propone un tour teatrale in cui cantava le cosiddette “canzoni della mala“, ovvero brani che raccontano vicende della cronaca nera e della malavita. Le stesse canzoni che poi inciderà nel suo primo 45 giri. Nei primi anni ’60, poi, incontra Gino Paoli, con cui intraprende un rapporto professionale e, allo stesso tempo, una travagliata storia d’amore. “Non lo possedevo, non lo avevo. Quando non hai una persona sei portato a credere che l’amore più grande sia quello che ti fa soffrire di più”, ha raccontato sempre a Vanity Fair. I due non si sono mai sposati, ma hanno vissuto una relazione molto intensa: in pochi lo sanno, ma Ornella ha avuto anche un aborto nel corso di questa storia d’amore. È a lei che Paoli dedica Senza fine, uno dei suoi capolavori.

Negli Anni ’70 Ornella Vanoni ha destato scalpore a causa di una copertina di Playboy, in cui ha posato completamente nuda. Una curiosità: per questo scatto, la cantante non ha voluto essere pagata in denaro, ma ha chiesto in cambio un’opera di Arnaldo Pomodoro, scultore con cui poi ha stretto una grande amicizia. Più di recente, la cantautrice ha confessato di soffrire di depressione, e di ricorrere spesso all’uso di psicofarmaci. Nel 2020 è risultata anche positiva al Covid-19, ma nonostante i suoi 87 anni ha superato la malattia. Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, ha dichiarato di non volere relazioni convenzionali. “Dormiamo nello stesso letto, spesso, per poter parlare di notte. Per esempio, cantavo a Parigi con Paolo Fresu, Francesco è venuto a trovarmi, abbiamo dormito insieme. Non cerco storie convenzionali”, ha detto al Corriere della Sera riferendosi a Francesco Leto, un poeta di 49 anni più giovane di lei.

Seguici anche su Google News!