Pennelli nail art (con setole sintetiche o naturali), la guida

Manicure curata sia che si tratti di una nail art nude, sia di una con glitter: le tipologie, gli usi e la manutenzione dei pennelli professionali

Aggiornato il 2 luglio 2021
Bellezza

L’utilizzo di pennelli per nail art di qualità è l’unica via da perseguire se si desidera un risultato finale professionale. L’uso del pennello giusto sarà una garanzia di successo che vi consentirà di ottenere l’effetto finale desiderato.

Questi strumenti dedicati alla cura e alla bellezza delle mani necessitano, però, di un’accurata conoscenza sia dell’uso, sia della loro conservazione e pulizia.

È vero, non si è nail artist professioniste ma pazienza, tentativi e creatività consentiranno di avere una buona manicure. Ecco tutte le indicazioni sul mondo dei pennelli nail art, da come usarli ai migliori  da acquistare online.

Pennelli nail art: le tipologie

I pennelli per nail art disponibili in commercio sono sia in setole sintetiche che naturali in martora. Queste ultime garantiscono una migliore stesura del colore e consentono di tracciare linee anche molto sottili rimanendo sempre pulite.

Le altre tipologie di pennelli per nail art maggiormente utilizzati sono:

  1. pennello a setole corte e taglio quadrato: utilizzato prevalentemente per attuare la tecnica one stroke e creare così decorazioni 3D a due colori con sfumatura. Questo genere di pennelli è realizzato sia in setole sintetiche che naturali, ma nell’ultimo caso la distribuzione del colore sarà più uniforme con una sfumatura più definita;
  2. pennello designer: le particolari setole allungate e la caratteristica forma a punta rendono questo pennello adatto alla creazione della french manicure. Lo spessore consente di prelevare la giusta quantità di colore e di tracciare una mezza luna precisa, senza sbavature;
  3. pennello in acrilico: dalle setole compatte e naturali, questo genere di pennello ha una punta precisa e affilata che aiuta a stendere il prodotto vicino alle cuticole e su tutta l’unghia;
  4. pennello ovale in acrilico: è un pennello resistente da 8 mm ideale per chi ha poca dimestichezza con la nail art. Si presta bene per lavori su unghie corte;
  5. pennello per il gel: dalla forma appiattita, aiuta la diffusione uniforme e precisa del gel sull’unghia. Questi tipi di pennelli possono essere realizzati sia in setole naturali sia sintetiche e sono disponibili in diverse dimensioni (i più popolari sono tra i 4 e gli 8 mm di larghezza). Le setole possono avere un taglio ad angolo, ovale o con un’estremità appuntita;
  6. pennello a taglio quadrato con setole medio lunghe: idoneo, anche in questo caso, per realizzare la tecnica one stroke e creare facilmente decori floreali tridimensionali. La lunghezza delle setole consente di creare movimenti più ampi;
  7. pennello a taglio quadrato con setole medio lunghe Taglia XL: è perfetto per realizzare sfumature ampie. Utile se non si ha molta dimestichezza con la spugnetta e si vuole ottenere un risultato finale più preciso e pulito;
  8. pennello a setole corte oblique: pennello adatto a tracciare linee sottili nette o semplicemente per realizzare decorazioni in micropittura. Le setole oblique permettono di compiere movimenti più morbidi nella creazione della decorazione. Ideale per creare motivi floreali;
  9. pennello a setole lunghe oblique: utilizzato per la tecnica one stroke, oppure per realizzare decorazioni geometriche che prevedono linee e tratti, più o meno spessi, ma molto precisi;
  10. pennello Kolinsky n°0 e 2: il pennello più sottile in assoluto, perfetto per creare decorazioni sinuose caratterizzate da linee particolarmente sottili o per disegnare soggetti particolareggiati. Mentre il pennello Kolinsky n° 2 è adatto a creare linee sottili e modulate, disegni in micropittura e acquerello;
  11. pennello Soft Liner: caratterizzato per le sue setole sottili ma lunghe;
  12. pennello a taglio quadrato con punta sottile: studiato per piccoli decori con tecnica one stroke, può comunque essere utilizzato per creare disegni geometrici che richiedono un tratto lievemente più marcato;
  13. pennello a punta con setole corte: indicato per arricchire di particolari il soggetto del disegno. Le setole corte consentono un controllo del pennello e un tratto più facilitato;
  14. pennello sintetico a setole squadrate: ottimo se si vogliono creare sfumature e linee geometriche. Da preferire a quello in setole naturali se si utilizzano classici smalti per decorare le unghie, in quanto si deterge molto più facilmente;
  15. pennello dotting tool: utile per dare vita a pois di diverse dimensioni. Uniti insieme i puntini vanno a formare sull’unghia dei veri e propri fiori. Altro modo per usare il dotting tool è quello di creare dei disegni simili al marmo;
  16. pennello a ventaglio: noto anche come “fan nail brush” è utilizzato per chi vuole giocare con decorazioni come glitter o microperle. Risulta comodo poiché le decorazioni restano attaccate al pennello stesso prima di essere applicate sull’unghia;

Pennelli per unghie: come usarli?

Affinché il pennello per unghie svolga il suo lavoro in modo impeccabile, è auspicabile avere le mani curate. Per esempio, se si hanno le unghie rovinate è fondamentale usare prima un buffer per levigarne la superficie. A seconda della decorazione o disegno che si desidera realizzare si sceglierà il pennello adeguato.

Di seguito i passaggi per realizzare una nail art con glitter o microperle usando il pennello per unghie:

  1. stendete un lieve strato di smalto trasparente sull’unghia;
  2. appoggiate il pennello nail art scelto sui glitter o sulle microperle e raccoglieteli facendo una leggermente pressione;
  3. posizionate il pennello con i glitter sull’unghia e lasciate che si poggino sull’unghia;
  4. rimuovete dall’unghia il prodotto in esubero;
  5. infine, stendete uno strato di top coat per fissare bene tutti i glitter e dare un tocco di lucidità all’unghia;
  6. per realizzare altri tipi di decorazioni e disegni, per esempio a strisce oppure a onda, basterà solo immergere la punta del pennello nello smalto scelto e passarlo direttamente sull’unghia.

Come pulire e curare i pennelli nail art

Pulire i pennelli dopo ogni utilizzo permette di preservarne le funzionalità delle setole e di mantenere questi strumenti inalterati nel corso del tempo. Con pochi accorgimenti però sarà possibile garantire più vita ai pennelli e una maggiore resa. Ecco alcuni consigli su come fare:

  • una volta terminato il lavoro con colori acrilici, lavate i pennelli per nail art sotto usando dell’acqua corrente e un po’ di sapone neutro. Una volta asciutti, affinché le setole siano in ordine, è consigliabile strofinarli su un pezzo di sapone di Marsiglia che fungerà da cera;
  • se i pennelli sono stati utilizzati per lavori con gel, è preferibile munirsi del brush cleaner, un prodotto pensato per eliminare ogni traccia residua e lasciare le setole perfettamente pulite;
  • per pulire il pennello dopo aver usato gli smalti convenzionali, l’uso del classico solvente delicato senza acetone andrà più che bene; passatelo più volte sulle setole fino alla rimozione totale del colore;
  • per ogni tipo di pennello che avete usato, è consigliato lasciar asciugare lo strumento ponendolo steso su una superficie orizzontale avendo cura di non bagnare la giuntura tra manico e setole;
  • in ultimo, per una maggiore attenzione, è possibile versare alcune gocce d’olio sulle punte delle setole per renderle ancora più morbide e lisce.

Articolo originale pubblicato il 1 luglio 2021

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Nail Art