Pizza fatta in casa, i consigli per una ricetta perfetta

Gli ingredienti da preferire e i passaggi per un risultato gustoso, soffice e digeribile

Aggiornato il 13 aprile 2020

Si fa presto a dire pizza fatta in casa: se la volete gustosa, soffice e digeribile, dovete assolutamente seguire i nostri consigli per una ricetta perfetta!

Specialmente quando non si può uscire di casa, come nel periodo di quarantena per il Coronavirus, tra l’altro, non solo ci si può dedicare serenamente a preparare una prelibatezza come questa, ma si può anche optare per una pizza a lunga lievitazione.

Proprio un tempo di riposo e crescita molto lungo, infatti, è uno dei segreti di una pizza da leccarsi i baffi. Volete conoscerli tutti? Eccoli, insieme alla ricetta da segnare e riproporre ogni volta che si abbia voglia di qualcosa di speciale.

I consigli per una pizza perfetta

Le ricette per la pizza fatta in casa sono, naturalmente, moltissime, tra varianti, proposte più tradizionali e innovazioni. Abbiamo messo in pratica i consigli per un impasto “performante”, e ecco cosa abbiamo scoperto.

  • Acqua depurata. Degli ingredienti di qualità sono alla base di un’ottima pizza, ma spesso non si trascura l’acqua. Anche questa, infatti, è importante per la riuscita finale. Se disponete di un depuratore o di una brocca con filtri, per voi sarà facile procurarvi la giusta quantità di acqua depurata. In alternativa, utilizzata acqua naturale in bottiglia.
  • Il lievito. I cubetti di lievito fresco sono ingredienti classici della pizza fatta in casa. Spesso, però, tra la fabbrica e il frigorifero di casa subiscono molti sbalzi di temperatura che ne vanno a inficiare il potere lievitante. Se volete andare sul sicuro, preferite quello disidratato in bustine.
  • Lunga lievitazione. La lievitazione è importantissima. Se possibile, l’impasto dovrebbe lievitare in frigo per 24 ore (e poi stare mezz’ora a temperatura ambiente per stemperarsi). Se il tempo è poco, l’importante è che possa lievitare almeno per 3 ore.
  • Impasto delicato. L’impasto della pizza lievitata è molto delicato, va quindi maneggiato il meno possibile, lo stretto indispensabile per compiere le operazioni e non farlo sgonfiare.
  • Il contenitore. Quando si ripone l’impasto a lievitare, il contenitore deve essere della giusta capienza. Meglio una boule in vetro, o un contenitore in plastica, grande almeno il doppio dell’impasto.

La ricetta della pizza fatta in casa

La nostra ricetta per 3 pizze tonde, da condire a piacimento. Se siete a dieta, basta puntare su pizze semplici, dalla Margherita a quella con verdure grigliate (qui le calorie delle varianti). Se avete poco tempo e preferite la lievitazione breve, dovete comunque iniziare a preparare l’impasto all’ora di pranzo per poter eseguire tutte le operazione in tempo per la cena.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito di birra in polvere o 8 g di lievito di birra fresco
  • acqua depurata o minerale naturale a temperatura ambiente 350 ml
  • olio extra vergine di oliva 10 g
  • sale 8 g

Preparazione

  1. In una ciotola mettete la farina setacciata, unite il lievito, aggiungete un po’ per volta l’acqua e, infine, il sale e l’olio. Coprite la ciotola con la pellicola e mettete a riposare in un posto caldo e senza spifferi per 30 minuti (al bisogno avvolgete in una coperta).
  2. Trascorsi i 30 minuti riprendete l’impasto, posatelo sul piano di lavoro, allargatelo delicatamente a rettangolo e ripiegatelo su se stesso quattro volte, lato per lato. Riponete come prima, ma per 20 minuti. Questa operazione va ripetuta per altre due volte, quindi per un totale di tre volte e un’ora di tempo.
  3. L’ultima volta, riponete l’impasto nella ciotola rivestita da un velo di olio e mettete a riposare al caldo per 3 ore o in frigo per 24 ore.
  4. Una volta finita la lievitazione, riprendete l’impasto e senza maneggialo dividetelo in 3 panetti. Ricoprite i panetti con la pellicola e lasciateli riposare per un’ora.
  5. Ora allargate ogni pallina di impasto schiacciando con le mani e formando le tre basi per la pizza. Lasciatele riposare per altri 30 minuti.
  6. Posizionate ogni pizza in una teglia infarinata e stendete con le dita la pizza allargandola fino a ricoprire la teglia.
  7. È il momento di condire la pizza con gli ingredienti preferiti, dal classico pomodoro, mozzarella e basilico alle versioni più golose.
  8. Infornate per 15 minuti a 220° C.
Seguici anche su Google News!

Articolo originale pubblicato il 20 marzo 2020

Credits foto: