Russell Crowe lancia un appello sull'emergenza climatica

L'attore ha invitato tutti a rinunciare il prima possibile all'utilizzo dei combustibili fossili

Pubblicato il 18 febbraio 2020

Russell Crowe si è unito alla schiera di personaggi famosi che cercano di sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’emergenza climatica nel mondo.

L’attore, originario di Wellington in Nuova Zelanda, ha vissuto gran parte della sua vita in Australia ed è stato toccato personalmente dal disastro ambientale. Lo scorso Novembre, infatti, una sua proprietà situata nel Nuovo Galles del Sud è stata colpita dagli incendi che stanno devastando il Paese.

A Gennaio, durante la premiazione ai Golden Globe come miglior attore protagonista nella mini-serie The Loudest Voice, l’ex Gladiatore già aveva centrato l’attenzione sulla questione: “La tragedia che si è verificata in Australia è il frutto di cambiamenti climatici attualmente in atto, e per rimediare dobbiamo affidarci alla scienza e dirigersi verso fonti di energia rinnovabili“.

Domenica scorsa Crowe è tornato a far sentire la sua voce a Sydney in occasione di un concerto di beneficenza organizzato da Fire Fight Australia. Durante l’evento è stato riprodotto un filmato di tre minuti realizzato da Foxtel, tv a pagamento australiana che fa parte del gruppo News Corp di Rupert Murdoch, e in cui il protagonista è proprio l’attore.

Attraverso la clip, Russell ha lanciato un avvertimento all’umanità intera circa la gravità del disastro ambientale che sta vivendo l’Australia. L’unica soluzione per arginare il problema è rinunciare il prima possibile all’utilizzo dei combustibili fossili: “C’è solo un modo per attenuare il cambiamento climatico ed è sbarazzarsi di tutti i combustibili fossili in breve tempo e basare l’intera economia del Paese su forme di energia rinnovabile […] Dobbiamo concentrarci su grandi decisioni, su problemi chiave e mettere il pianeta e le persone prima della politica. È tempo di agire. Indichiamo la strada“.

Storia

  • Vip