Sintomi gravidanza: come capire se sei incinta

Aggiornato il 27 marzo 2019
Mamma

I sintomi della gravidanza variano da donna a donna e anche di gestazione in gestazione: non è facile distinguerli da quelli premestruali perché sono simili tra loro dato l’aumento in entrambi i casi del progesterone; inoltre alcune manifestazioni, erroneamente attribuite a una gravidanza, potrebbero avere cause del tutto diverse. L’unica certezza può essere data da un test di gravidanza: è possibile eseguire sia le analisi del sangue, sia un normale test domestico; entrambi misurano i livelli di Bhcg, la frazione beta della gonadotropina corionica umana detta anche ormone della gravidanza. Ecco a quali segnali è necessario prestare attenzione, premesso che in alcune possono essere addirittura assenti.

Amenorrea. Si tratta della mancanza del ciclo mestruale; se verificate un ritardo di almeno 7 giorni, eseguite il test. Se il  risultato è negativo, ma il ritardo persiste aspettate qualche giorno e ripetetelo. Ricordate però che un leggero spotting o una pseudo-mestruazione con un ciclo molto meno abbondante e più breve rispetto a quello normale può presentarsi anche in caso di gravidanza.
Spotting da impianto. Dopo 5/8 giorni dal concepimento, l’embrione si impianta nella parete uterina: possono comparire piccole perdite. Lo spotting può essere però dovuto anche a piccole abrasioni o infezioni, mancata ovulazione, stress, forte dimagrimento, cambiamento di abitudini, interruzione della pillola e scompensi ormonali.
Nausee mattutine e iperemesi. Scatenate dagli odori intensi, nelle prime 2/8 settimane dal concepimento le nausee sono fra i sintomi più diffusi.
Crampetti addominali. Leggeri crampi a livello uterino possono indicare l’inizio di una gravidanza.
Perdite vaginali trasparenti. Si tratta di perdite acquose e filamentose, causate da una maggior lubrificazione vaginale che continuerà per tutti i nove mesi.
Tensione al seno. Per effetto del progesterone potreste avvertire un senso di tensione al seno, come d’altronde può accadere nel caso prendiate la pillola o in caso di sindrome premestruale.
Stanchezza o sonnolenza. Non è un periodo stressante e non avete febbre? Se vi sentite stanche o assonnate e presentate qualcuno degli altri sintomi, potreste essere in dolce attesa.
Stitichezza; è dovuta al fatto che il progesterone fa diminuire la motilità intestinale
Sensazione di gonfiore. La ritenzione idrica può essere indotta dagli ormoni, che intrappolano una maggior quantità di acqua tra i tessuti.
Bisogno più frequente di urinare. Questo perché, sin dalle prime settimane di gravidanza, aumenta la quantità di liquidi filtrati dai reni e quindi la quantità di urine.

photo credit: LaoWai Kevin via photopin cc

 

Articolo originale pubblicato il 18 maggio 2014

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Gravidanza