Strage in Texas: 11enne si salva dal massacro sporcandosi con il sangue di un'amica

Miah Cerrillo è riuscita a sopravvivere al killer della scuola di Uvalde, spargendosi addosso il sangue di una compagna morta accanto a lei. La ragazzina ha così evitato di diventare la 22esima vittima di Salvador Ramos, il 18enne che ha assassinato 19 bambini e due insegnanti.

Pubblicato il 27 maggio 2022
News

Miah Cerrillo, una bambina di 11 anni, è riuscita a sopravvivere al massacro della scuola di Uvalde, in Texas, spargendosi addosso il sangue di un’amica morta accanto a lei.

La ragazzina ha cosi, finto di essere morta, riuscendo a non diventare le 22esima vittima di Salvator Ramos, il 18enne autore della strage e assassino di 19 bambini e due insegnanti.

“Miah ha preso del sangue e se lo è messo addosso per fingere di essere morta”, ha detto la zia dell’11enne, Blanca Rivera a Click 2 Houston. “Mia cognata ha detto che Miah ha visto la sua amica piena di sangue e se l’è messo addosso”.

Nonostante sia rimasta leggermente ferita con alcuni frammenti di proiettile lungo la schiena e il collo, la giovane è sopravvissuta e dopo essere stata portata in ospedale dai soccorritori del Texas, è stata dimessa senza gravi conseguenze fisiche.

Anche il padre di Miah, Miguel Cerillo, ha confermato quanto accaduto, spiegando che dopo la morte della sua amica, sua figlia si è sdraiata sopra la ragazza per fingere che fossero entrambe morte. Ora è ovviamente sotto choc il padre, intervistato dal Washington Post, ha dichiarato che l’11enne gli ha chiesto di “prendere la pistola” perché sicuramente il killer li avrebbe cercati.

“A questo punto non ci resta che pregare e chiedere Dio di aiutarci ad andare avanti in questa situazione. So che è traumatizzante e avere una bambina di 11 anni che sta attraversando questo, non riesco a immaginare cosa provi”, ha aggiunto la zia a Click 2 Houston.

Seguici anche su Google News!