Supersex, Alessandro Borghi sarà Rocco Siffredi nella serie prodotta da Netflix

La notizia è ufficiale: Alessandro Borghi interpreterà Rocco Siffredi nella nuova serie firmata Netflix. La conferma arriva dopo settimane di rumors e voci di corridoio. Tra gli interpreti principali anche Jasmine Trinca, Adriano Giannini e Saul Nanni nel ruolo di Siffredi ragazzo.

Pubblicato il 28 settembre 2022
Spettacolo

Le voci che si rincorrevano da tempo avevano trovato per assurdo una parziale conferma nel taglio di capelli sfoggiato da Alessandro Borghi durante il Festival del Cinema di Venezia, un taglio che lo ha reso pericolosamente simile a Rocco Siffredi, il re del porno made in Italy. Nelle ultime ore è arrivata la conferma ufficiale: Netflix ha annunciato la produzione di Supersex, una nuova serie Tv dedicata all’attore prodotta da Matteo Rovere e Lorenzo Mieli, per le società Groenlandia e The Apartment. La serie sarà divisa in sette episodi e distribuita in 190 paesi.

Supersex, come annunciato, sarà una fiction basata su alcuni eventi della vita privata di Rocco Siffredi: l’infanzia, il rapporto con la famiglia d’origine, l’amore, gli amici ma anche il punto di partenza della sua carriera nella pornografia. La regista Francesca Manieri ha affermato che la serie Tv non sarà un docu-reality quanto invece una discesa nell’inferno personale di un uomo che nel corso della sua vita ha dovuto trovare un punto d’incontro tra l’affettività e il demone “che ha in corpo”. Ad Alessandro Borghi il compito di mettere in scena quindi un Siffredi diverso da quello che conosciamo.

Il conflitto tra amore e sessualità ha animato da sempre la vita del pornodivo. Rocco Antonio Tano, in arte Rocco Siffredi, nel 1984 si trasferisce a Parigi per lavorare nel ristorante del fratello, ma è proprio nella capitale francese che conosce Marc Dorcel, il produttore grazie al quale entra nel mondo della pornografia. Nel corso della sua lunga carriera ha annunciato per ben due volte il ritiro, ma non ce l’ha mai fatta ad abbandonare le scene. Durante la permanenza all’Isola dei Famosi, Siffredi ha parlato più volte della sua vita personale, affermando che la dipendenza dal sesso è il suo diavolo personale, capace di mandarlo fuori di testa e indirizzarlo spesso verso scelte sbagliate.

Seguici anche su Google News!