Taylor Swift: "Ho sofferto di disturbi alimentari"

La cantante parla dell'eccessiva esposizione del corpo delle donne e del modo in cui ha superato i suoi disturbi alimentari

Pubblicato il 24 gennaio 2020

Quando Netflix ha presentato Miss Americana non ha lasciato trapelare notizie riguardo a quanto il documentario su Taylor Swift sarebbe andato sul personale. Ma adesso che è uscito i fan saranno soddisfatti nel seguire la storia della cantante e scoprirne il lato più intimo. Tra i diversi argomenti trattati spicca la tranquillità con cui Taylor Swift parla dei disturbi alimentari che ha dovuto affrontare in passato.

La cantante si mostra tranquilla e lucida ma ha rivelato sulle pagine di Variety che parlarne non è stato facile «Non sapevo se mi sarei sentita a mio agio a parlare dell’immagine del mio corpo e di quello che ho passato: il mio rapporto con il cibo e tutto il resto. Ma il modo in cui Lana (Wilson, regista del documentario) racconta la storia ha davvero senso».

Visualizza questo post su Instagram

It’s been a long time coming ✨ Out in select theaters and on @netflixfilm January 31

Un post condiviso da Taylor Swift (@taylorswift) in data:

Taylor Swift non può affermare di essere stata clinicamente bulimica o anoressica, ma questo non sminuisce le difficoltà legate alla propria immagine pubblica e all’esposizione del proprio corpo. La prima volta in cui la cantante è finita sulla copertina di una rivista aveva solo 18 anni, e il titolo era ‘incinta a 18 anni?’ solo perché indossava un vestito un po’ largo. Da lì in poi l’attenzione nei confronti del proprio aspetto l’ha ossessionata.

Oggi però Taylor fa pace con questo argomento, anche grazie all’ispirazione di Jameela Jamil, l’attrice e attivista britannica capace di parlare in modo schietto dell’eccessiva esposizione del corpo delle donne. Sempre su Variety afferma «mi rimane sempre impresso quello che dice, e ciò mi aiuta» e ancora «dice le cose in modo articolato, per questo la amo».

Taylor Swift afferma di essere arrivata al minimo storico come peso nel 2014, nel periodo dell’album 1989. Il tour era stato molto difficile, dopo ogni concerto si sentiva stremata, ma non ammetteva che il problema fosse l’eccessiva magrezza.

Taylor Swift nel 2016

Oggi però Taylor afferma di aver superato ogni tipo di problema legato alla sua immagine pubblica, di aver imparato a non ascoltare i numerosi haters che la giudicano e di sentirsi felice, nonostante sia un periodo difficile – riferendosi allo stato di salute della madre – «So che ci sono un sacco di cose brutte che sono successe di recente, un sacco di cose davvero difficili che la mia famiglia sta attraversando, e un sacco di opposizioni e di pressioni di ogni tipo. Ma in realtà sono davvero felice. Perché ora scelgo ciò che mi sta più a cuore. E credo che questo faccia un’enorme differenza».

Storia

  • Disturbi alimentari
  • Netflix
  • Taylor Swift

Credits foto: