The terminal: morto all'aeroporto di Parigi il protagonista del film di Steven Spielberg

In un destino beffardo è venuto a mancare il protagonista del film di Steven Spielberg, The terminal. Dopo anni passati nei rifugi francesi e in camere d'albergo, da poche settimane Mehran Karimi Nasseri, rifugiato politico di origini iraniane, era tornato a vivere in aeroporto.

Aggiornato il 15 novembre 2022

Il regista Steven Spielberg in uno dei suoi film più celebri, The terminal, si è ispirato alla vera storia di un rifugiato politico iraniano che ha trascorso 18 anni della sua vita nell’aeroporto di Parigi Roissy-Charles De Gaulle. Ora Mehran Karimi Nasseri all’età di 76 anni è purtroppo venuto a mancare e il decesso è avvenuto nello stesso aeroporto. In base a quanto dichiarato dai media francesi, la morte è avvenuta per cause naturali. Nel film il ruolo di Merhan Karimi Nasseri era stato interpretato da Tom Hanks.

La storia di Mehran Karimi Nasseri è abbastanza singolare, infatti era arrivato a Parigi nel 1988 dopo aver girato varie città europee alla ricerca della madre, le tappe prima di Parigi furono Londra, Berlino e Amsterdam. Siccome non aveva documenti regolari in queste città europee fu espulso. Arrivato a Parigi continuò a vivere nell’aeroporto, ma con il tempo il suo equilibrio mentale iniziò a vacillare al punto che quando nel 1999 gli diedero il permesso di soggiorno lui rifiutò di firmarlo perché riportava il suo vero nome, ma lui era ormai abituato a farsi chiamare Sir Alfred.

Il film di Spielberg sulla vita di “Sir Alfred” esce nel 2004, come detto con l’interpretazione di Tom Hanks, il film fu però ambientato all’aeroporto Kennedy di New York. Per la vendita della storia Mehran Karimi Nasseri percepisce i diritti, ma di fatto sembra che abbia speso tutti i soldi ricevuti. Nel 2006 viene ricoverato in ospedale mentre dal 2007 è ospite in un rifugio a Parigi, ma sembra che da qualche settimana fosse ritornato proprio all’aeroporto Roissy-Charles De Gaulle, dove si sarebbe quindi spento per cause naturali.

Articolo originale pubblicato il 14 novembre 2022

Seguici anche su Google News!