Tom Hanks: 64 anni di successi dell'attore più amato di Hollywood

Curiosità, film e vita privata di uno degli attori più premiati e amati ad Hollywood

Pubblicato il 9 luglio 2020
Tom Hanks è uno degli attori che vinto il maggior numero di premi e riconoscimenti nella sua carriera. Due Oscar, cinque Golden Globe (di cui uno nel 2020 alla carriera), cinque Emmy Awards e la lista sarebbe ancora molto lunga. Ma l’ex ragazzo della porta accanto, che ha iniziato con commedie brillanti per poi affrontare ruoli drammatici che hanno fatto storia, non ha mai perso l’umiltà.

Anzi, Tom Hanks resta uno degli attori più amati per la sua gentilezza, per l’educazione e per il buon esempio che dà all’interno dell’industria cinematografica. Una famiglia solidissima, una buona parola per tutti i colleghi e un rapporto speciale con i fan. Tanti i suoi film indimenticabili: Splash – Una sirena a Manhattan, Big, Philadelphia, Forrest Gump e Salvate il Soldato Ryan. Ha recitato in film di ogni genere, dalla commedia romantica, ai film drammatici fino ai fantasy, senza perdere quel luccichio negli occhi di chi ci mette tutto se stesso.

Negli ultimi mesi è stato vittima del Covid-19 e, dopo aver affrontato questa grande paura con sua moglie, è pronto a lavorare per il grande schermo e la tv.
Tom Hanks e Rita Wilson agli Oscar 2020 (foto Getty Images)

Tom Hanks compie 64 anni

64 anni fa nasceva Tom Hanks, il buono di Hollywood, così ribattezzato per aver interpretato alcuni dei personaggi più positivi del cinema e per la positività caratteriale che lo contraddistingue. Descritto da colleghi e amici come un uomo mite e gentile, è molto amato dai fan con i quali è sempre disponibile.

La sua infanzia, trascorsa in giro per gli Stati Uniti, spiega il suo continuo bisogno di cambiamento sullo schermo. Tom Hanks è uno dei pochi che riesce a calarsi in parti opposte in pochi mesi, girando più e più film all’anno. Ma oggi la cosa che lo appaga di più è fare il nonno: “Essere nonno mi piace più di tutto. Sono diventato padre a 22 Anni di Colin, che poi mi ha reso nonno a 54 anni. Adoro andare a spasso tenendo per mano mia nipote Charlotte e portarla a vedere i film di Walt Disney“.
Ma l’attore, regista, produttore e doppiatore ha ancora tantissimi progetti in cantiere.
Tom Hanks alla prima di Toy Story 4 (foto Getty Images)

La biografia e gli esordi

Thomas Jeffrey Hanks è nato il 9 luglio 1956 a Concord, California. Figlio di un cuoco itinerante e di una impiegata ospedaliera, i suoi genitori divorziarono quando ha solo 5 anni. Seguì suo padre in giro per gli Stati Uniti con il fratello Larry e la sorella Sandra. Tom ha anche un fratello minore, Jim, che rimase con la madre. Un’infanzia movimentata con continui cambiamenti di scuole e case, tre matrigne e undici fratellastri. Tom Hanks parla oggi di una famiglia fratturata, ma senza traumi, abusi o problemi di qualsiasi genere.
Dopo il diploma alla Skyline High School di Oakland e l’iscrizione alla California State University di Sacramento, si avvicinò al teatro. Abbandonò gli studi accettando uno stage al Great Lakes Shakespeare Festival. Imparò tutti i mestieri coinvolti nel mondo del teatro ma la recitazione era ciò in cui eccelleva.
Così nel 1978 vinse il suo primo premio, il Cleveland Critics Circle Award, come miglior attore per la sua interpretazione sul palcoscenico del Proteo in I due gentiluomini di Verona di William Shakespeare.
Si trasferì a New York dove entrò nella Riverside Shakespeare Companym che gli permise di recitare nel circuito Off Broadway e di essere rappresentato da un agente. Il suo debutto al cinema fu nel 1980 nell’horror He Knows You’re Alone. Seguirono un po’ di apparizioni tv, in Love Boat, Bosom BuddiesTaxi Happy Days.
Tom Hanks (foto Getty Images)

Tom Hanks: la filmografia e i grandi successi

L’incontro con Ron Howard sul set di Happy Days cambiò la sua vita per sempre. Fu l’allora giovane regista a sceglierlo per il primo ruolo di protagonista al cinema. Splash – Una sirena a Manhattan fu un successo strepitoso, considerato ancora oggi un film cult degli anni ’80, e portò all’attore una popolarità inaspettata.
Seguirono una serie di commedie brillanti, quasi 10 in soli tre anni, come Bachelor PartyL’uomo con la scarpa rossa e Un ponte di guai. Non mancarono i primi ruoli drammatici tra cui quello in Dirsi addio. Arriva la prima nomination agli Oscar e il primo Golden Globe per Big.
Nel 1992 ottenne la stella sulla Walk Of Fame di Hollywood e debuttò alla regia di alcuni episodi di note serie tv come Tales from the Crypt e Fallen Angels.
Il ruolo di un allenatore di una squadra femminile di baseball, in Ragazze vincenti, lo riporta sulla cresta dell’onda. Seguì la nota commedia romantica Insonnia d’amore, con Meg Ryan, e la sua consacrazione era dietro l’angolo.
Nel film di denuncia Philadelphia, considerato uno dei più importanti della filmografia mondiale, interpreta un omosessuale affetto da HIV. Per questo ruolo vince il primo Oscar e l’Orso d’Argento a Berlino. Il successo era ormai dirompente e Tom Hanks vinse il secondo Oscar l’anno successivo per Forrest Gump, pellicola entrata a far parte della storia del cinema. Entrambi i ruoli gli portano la vittoria del Golden Globe e Ron Howard lo richiamò per Apollo 13. Il successo di Tom Hanks era ormai inarrestabile e l’attore decise di provare una nuova sfida: il doppiaggio. Diventa così la voce del cowboy Woody in tutti i film della saga Toy Story.
Nel 1996 dirige il primo lungometraggio, Music Graffiti, e torna a essere regista di episodi di varie serie tv di successo. Il suo successo è trasversale, Tom Hanks piace a ogni genere di pubblico e così a fine anni ’90 decise di sperimentare ancora. Nello stesso anno girò due film di successo, completamente opposti tra loro: Salvate il soldato Ryan di Steven Spielberg e C’è [email protected] per te di Nora Ephron.

Il cinema continuava a volerlo protagonista nei film di maggior successo dei primi anni 2000 come Il miglio verde, Cast Away, considerata da molti una delle migliori interpretazioni di Hanks, Era mio padre e Prova a Prendermi.

Nel 2002 divenne anche produttore, al fianco della moglie Rita Wilson. I due lavorano a uno dei maggiori successi al box office di sempre, Il mio grosso grasso matrimonio greco.
A soli 45 anni ottenne il premio alla carriera Life Achievement Award dall’American Film Institute, il più giovane nella storia a riceverlo. Tom Hanks venne scelto da Robert Zemeckis per interpretare con la tecnica della motion capture ben sei personaggi di Polar Express, film d’animazione di grande successo. La collaborazione con Ron Howard continua con l’adattamento cinematografico dei tre libri di Dan Brown, Il Codice Da Vinci, Angeli e Demoni e Inferno.

È tornato in veste di produttore nel musical di successo Mamma Mia! e ha interpretato Walt Disney in Saving Mr. Banks. Nel 2017 ha debuttato anche come scrittore con la raccolta di racconti Tipi non comuni.

Tom Hanks e Denzel in ‘Philadelphia’ (foto Getty Images)

Tom Hanks e i premi Oscar

L’attore ha conquistato due premi Oscar, e ben sei candidature. Tom Hanks è l’unico attore, insieme a Spencer Tracy, ad aver vinto due statuette consecutive grazie ai suoi ruoli in Philadelphia e Forrest Gump. Ecco i film per i quali Tom è stato nominato agli Oscar e per i quali ha vinto l’importante onorificenza:
  • Big (1988): candidato come Miglior attore protagonista per il ruolo di Josh Baskin, un ragazzino di 13 anni che per amore e per magia diventa adulto;
  • Philadelphia (1994): vincitore come Miglior attore protagonista per il ruolo drammatico di Andrew Beckett, avvocato omosessuale affetto da HIV che a causa della malattia perde il lavoro;
  • Forrest Gump (1995): secondo premio Oscar come Miglior attore protagonista, per il film più famoso dell’attore, nel ruolo di un uomo dotato di uno sviluppo cognitivo inferiore alla norma;
  • Salvate il Soldato Ryan (1998): candidato come Miglior attore protagonista, il film diretto da Steven Spielberg è ambientato durante la seconda guerra mondiale;
  • Cast Away (2000): candidato come Miglior attore protagonista, Hanks interpreta un naufrago su un’isola deserta dove riesce a sopravvivere bevendo acqua di cocco, mangiando granchi e imparando ad accendere il fuoco con mezzi di fortuna;
  • Un amico straordinario(2019): dopo 20 anni Tom torna a essere candidato agli Oscar, questa volta come Miglior attore non protagonista, per questa commedia biografica non ancora uscita nelle sale italiane.
Tom Hanks in ‘Forrest Gump’ (foto Getty Images)

La vita privata: le mogli, i figli e la malattia

Nel 1978 Tom Hanks conobbe la prima moglie, e la sposò subito. Si trattava dell’attrice Samantha Lewis dalla quale ebbe due figli, Colin e Elizabeth. La coppia divorziò nel 1985 ma la famiglia è rimasta molto unita. Tom ha sempre messo i suoi figli al primo posto anche dopo aver costruito una seconda famiglia.
Infatti nel 1985 conobbe l’attrice, cantante e produttrice Rita Wilson sul set del film Un ponte di guai. La coppia è convolata a nozze nel 1988 e ha due figli, Chester e Truman. Il loro è considerato uno dei matrimoni più solidi di Hollywood e la loro famiglia allargata appare spesso insieme sul red carpet. Niente liti familiari, niente gossip, niente attriti, Tom Hanks con la moglie e i quattro figli hanno sempre espresso il loro forte senso d’unione, garantito proprio dall’attore, definito un uomo mite e buono dalla propria famiglia.
Nel 2002, a soli 49 anni anni, Samantha Lewis si è spenta per un tumore e Rita è diventata una seconda mamma e un’amica per i figli maggiori dell’attore. Negli ultimi anni Hanks ha rivelato di essere affetto da diabete mellito di tipo 2 e negli ultimi mesi è stato affetto dal Covid-19 insieme con sua moglie.

Ho avuto dolori paralizzanti, ero sempre affaticato e non riuscivo a concentrarmi per più di 12 minuti” ha raccontato l’attore al Guardian. “Mia moglie ha perso il senso del gusto e dell’olfatto, aveva una forte nausea e una febbre molto più alta della mia. Abbiamo avuto reazioni molto diverse ed è stato strano”.

Il discorso commosso di Tom Hanks
Samantha Bryant, Colin Hanks, Rita Wilson, Tom Hanks, Elizabeth Ann Hanks, Chet Hanks, e Truman Theodore Hanks ai Golden Globe 2020 (foto Getty Images)

Le curiosità su Tom Hanks

Tom Hanks ha collaborato con grandi attori e registi, si è avventurato nella regia, il doppiaggio e la scrittura. Ci sono curiosità sul suo conto che in molti non conoscono:

  • è alto 1,83 m;
  • la sua immagine mite si contrappone a un lato più oscuro, come da lui stesso raccontato, che libera solo quando qualcuno cerca di approfittarsi di lui o della sua famiglia;
  • è un appassionato collezionista di macchine da scrivere e le utilizza quasi ogni giorno;
  • è nonno di Olivia Jane, 9 anni, e Charlotte, 7 anni, figlie di Colin Hanks;
  • proprio il figlio maggiore dell’attore ha seguito la sua strada nel mondo del cinema e della tv;
  • Tom si è convertito alla religione ortodossa per sposare la moglie Rita;
  • durante l’emergenza Covid-19 ha scritto una tenera lettera a un bambino bullizzato per il suo nome, Corona.
Tom Hanks ai Golden Globe 2020 (foto Getty Images)
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip