Vacuum addominale, come si esegue e i benefici

Un esercizio respiratorio che promette pancia piatta e addominali forti: tutto quello che c’è da sapere

Aggiornato il 15 luglio 2020

Il vacuum addominale, o stomach vacuum, è un esercizio derivato dallo yoga che promette una pancia piatta e addominali rinforzati: ecco cos’è, come si esegue, i benefici ma anche alcune controindicazioni di cui tenere conto prima di avvicinarsi alla pratica.

Questo termine, che per molti può apparire curioso, è tornato nella nostra lingua parlata proprio grazie al nome in inglese di questo particolare esercizio. Vacuum in inglese, così come nell’originale latino da cui deriva e nella parola vacuo italiana, con la stessa etimologia, significa vuoto. Uno spazio da cui tutto viene aspirato (tanto è vero che l’aspirapolvere in inglese si chiama “vacuum cleaner”), privo di materia, ma anche privo di aria.

Si tratta, quindi, di un “vuoto addominale”, di “stomaco vuoto”, di una “aspirazione dello stomaco”. In particolare, questo movimento è un esercizio di respirazione del diaframma, molto frequente nella disciplina dello yoga, così come nel pilates, in alcuni tipi di arti marziali e nella preparazione per la recitazione teatrale.

Come si esegue il vacuum addominale

Questa tipologia di esercizio apparentemente è semplice da mettere in pratica, ma ogni passaggio va eseguito con molta calma e consapevolezza (non a caso deriva da pratiche di meditazione). Inizialmente i meno allenati potranno eseguirlo da sdraiati, con le mani sulla pancia per rendersi conto dei muscoli attivati e del lavoro svolto nelle varie fasi, oppure in quadrupedia. Inoltre, questo tipo di ossigenazione potrebbe all’inizio far girare leggermente la testa.

  1. Eseguite l’esercizio lontano dai pasti. Partite dalla posizione eretta, con le braccia lungo i fianchi, le gambe leggermente divaricate e le ginocchia leggermente flesse.
  2. Inspirate l’aria spingendola dentro profondamente, non a gonfiare il torace e i polmoni bensì la pancia.
  3. Poi espirate, contraendo i muscoli dell’addome dal basso verso l’alto, a sollevare il diaframma, tirando indentro ombelico e pancia e appiattendo la zona lombare.
  4. Mantenete questa posizione di espirazione per 5-10 secondi.
  5. Ripetete da capo dal punto 1 inspirando, etc.

All’inizio eseguite l’esercizio 6-8 volte, per arrivare fino a 10-15 ripetizioni grazie a un allenamento costante e continuo.

Il vacuum addominale lavora sul muscolo traverso addominale, che si trova nella parte più interna dell’addome e mantiene la stabilità della zona lombare e del core.

Benefici e controindicazioni del vacuum stomach

Il vacuum addominale, eseguito con regolarità, regala diversi vantaggi. Tra questi i più rilevanti sono:

  • favorire un ventre piatto;
  • mettere in evidenza addominali scolpiti;
  • indurre una azione antistress;
  • migliorare la digestione e tutta una serie di patologie ad essa correlata, dal gonfiore addominale alla colite;
  • migliorare la stabilità, la postura e la propriocezione.

Il vacuum, per queste sue caratteristiche, è un esercizio fortemente consigliato a tutte le categorie di persone che non hanno problemi di salute. Possono eseguirlo adulti e anziani, sportivi e chi ha una vita sedentaria, donne e uomini.

C’è, tuttavia, qualcuno che dovrebbe fare più attenzione degli altri nell’esecuzione. Chi soffre di ernia, discopatie o problemi posturali dovrebbe consultare il proprio medico prima di eseguire questa respirazione profonda. In generale, poi, è importante interrompere l’esercizio in presenza di fastidi o dolori, e chiedere consiglio al dottore.

Articolo originale pubblicato il 26 maggio 2020

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Esercizi fitness
  • Pancia gonfia
  • Yoga e Meditazione