Per chi ogni giorno si reca in ufficio ed è costretta a lavorare fino a tardi, mantenere la forma fisica non è affatto semplice. Unico modo per avere muscoli tonici ed evitare problemi alla colonna vertebrale dovuti al restare seduti per molte ore al giorno, è quello di praticare fitness nelle piccole pause a propria disposizione. Proprio la posizione assunta da seduti e mantenuta per lungo tempo influisce sugli arti e sui muscoli inferiori quali glutei e cosce, ma oltre a queste parti del corpo ne risentono anche il cuore, le spalle e l’intera schiena.

Pur non potendo dedicare molto tempo al fitness, è molto importante prendersi delle pause anche in ufficio anche solo alzandosi in piedi ed effettuando un po’ di stretching, ovvero allungamenti con movimenti lenti per evitare strappi muscolari. Si tenga presente che è consigliato mantenere la posizione a ogni allungamento per circa 8-10 secondi. Se nel praticare sport è importante bere molta acqua, è altrettanto importante berla quando si lavora munendosi di una bottiglia da 1,5-2 litri d’acqua in modo tale da bere un bicchiere ogni 45-60 minuti. In questo modo si combatte anche l’attacco di fame che può venire fuori pasto.

A propositivo di pasti, durante la pausa pranzo sono da evitare i cibi e bevande gassate, ovvero tutto quello che oggi viene definito junk food, cibo spazzatura; rientrano in questa categoria i fritti e tutti gli alimenti che contengono grassi e zucchero. Se il cibo fornito nella mensa o nei bar non dà sicurezza di genuinità, il consiglio è quello di portare da casa qualcosa di cucinato da consumare durante la pausa pranzo. In questo modo si possono consumare snack negli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio.

Tra le cattive abitudini nemiche del benessere si deve annoverare il fumo; oramai negli uffici è vietato fumare e questo è un grosso passo avanti. Ma per evitare la tentazione di accendersi la sigaretta, si potrebbe pensare a organizzare la propria giornata lavorativa in modo tale da ridurre al minimo i momenti in cui non si ha nulla da fare. Le pause possono essere trascorse con i colleghi non fumatori; è risaputo, infatti, che si è più spinti ad accendersi la sigaretta quando si è in compagnia di un’altra persona che fuma.

Come anticipato all’inizio la postura assunta da seduti è di estrema importanza, e a tal proposito si rammenta che nella posizione corretta le gambe devono formare un angolo retto, la schiena deve essere dritta e aderente allo schienale della sedia, i gomiti ben poggiati sui braccioli e, infine, lo schermo del pc deve essere alla giusta distanza e alla stessa altezza degli occhi anche per evitare problemi cervicali. Se il lavoro svolto si divide in mansioni o pratiche da espletare, tra una e l’altra possono essere inseriti 5 minuti di camminata.

Per non rimanere sempre incollati alla sedia si possono utilizzare telefonate o riunioni come pretesto per fare due passi o semplicemente per stare in piedi. Bisogna incominciare a pensare in modo diverso, facendo più attenzione ai segnali del proprio corpo e perciò deve essere incentivato il movimento e ridotto l’uso dei mezzi di comunicazione come telefonate ed email per contattare il collega che si trova nella stanza accanto. Altro stratagemma da usare per poter compiere un po’ di movimento in ufficio è quello di tenerlo in ordine e pulito senza aspettare che sia la ditta di pulizie a farlo.

Pulire il proprio ufficio è sintomo di una persona che ha cura della propria salute oltre che della propria immagine. Si può incominciare pulendo la tastiera e lo schermo del computer, la scrivania e la sedia; anche la stessa bottiglia d’acqua deve essere risciacquata periodicamente. Ultimo consiglio per mantenersi in forma anche psicologicamente: stare lontani dalle situazioni che possono causare stress.

Fonte: Times of India