Sapere come scegliere il colore di capelli è fondamentale, proprio come la scelta del taglio, con o senza frangia, per valorizzare al massimo il viso e look: e se, da una parte, ci sono le tendenze di stagione di cui tenere conto, come quella di tinte particolari come il charcoal, dall’altra c’è anche la carnagione.

Il colore dei capelli, infatti, può valorizzare l’incarnato oppure dare vita a un contrasto spiacevole, in base alle combinazioni scelte. Un grande aiuto può venire dal parrucchiere di fiducia, che vi conosce al meglio e sa come diventerete una volta persa l’abbronzatura, o al contrario una volta presa la tintarella.

Esistono, tuttavia, delle linee generali per non cadere in grandi errori che penalizzano aspetto e taglio. Importante conoscere bene le proprie caratteristiche. Una pelle dai toni freddi può avere sottotono rosa o color oliva, verdastro, una dai toni caldi sottotoni giallo e oro. Un misto delle due tendenze dà una pelle neutrale.

Un trucco per capire meglio la propria carnagione è l’osservazione delle vene dei polsi: se sono blu-viola, probabilmente la pelle ha una tonalità fredda, se sono verdi, una tonalità calda. Occhi verdi e blu di solito corrispondono a pelle dalla tonalità fredda, occhi marroni a tonalità calda.

Ecco quali sono i consigli su come scegliere il colore di capelli al meglio.

  • Biondo platino. Il biondo platino e altre tonalità di biondo fredde come cenere e champagne stanno bene a chi una pelle chiara, porcellana, con sottotoni rosati, ancora meglio se si hanno gli occhi azzurri.
  • Biondo dorato. Le sfumature calde di biondo, come il dorato, il miele, il caramello, l’ambra, stanno bene con pelli dai sottotoni caldi e olivastri.
  • Rosso freddo. Il rosso più freddo, tendente al rosso scuro e al bordeaux, sta bene sia alle carnagioni più calde, che alle carnagioni chiare con sottotono rosa. Meglio però evitare queste tinte con una carnagione prettamente olivastra o sottotono oliva, perché la pelle potrebbe assumere uno spiacevole aspetto verdastro.
  • Castano scuro. In generale, è abbastanza difficile sbagliare con il castano. Il castano scuro, come il cioccolato fondente e moka, in particolare, sta bene a chi ha una carnagione calda, perché aiuta a smorzare il sottotono giallastro. Il moka, specialmente, con varie sfumature, sta molto bene alle carnagioni più scure.
  • Rosso rame. Il rosso rame, il rosso fragola, il ruggine stanno bene ai toni di pelle più neutri, ma anche alle carnagioni chiare, specialmente con occhi verdi.
  • Castani caldi. I castani più caldi come il caramello e il miele scuri, o il mogano, si adattano bene alla pelle chiara con sottotono oliva e alla scura con sottotono giallastro. In generale, stanno bene a chi già naturalmente ha le radici di capelli piuttosto scure.
  • Blu-nero. I neri più freddi stanno bene a chi ha una tonalità di pelle fredda e chi ha una pelle color porcellana.
  • Marrone-nero. Il nero più caldo che vira al marrone sta bene a chi ha la pelle scura, e se si desidera riscaldarla basta aggiungere sfumature color cioccolata.