Mettere su qualche chilo è normale quando si è incinta, ma è importante tenere sotto controllo il peso in gravidanza. L’aumento di peso naturale, infatti, viene causato non solo dall’aumento del volume dell’utero, insieme alla placenta, ma anche dalla crescita del bimbo stesso, fino all’accumulo di grassi necessario per riuscire ad affrontare al meglio la fase dell’allattamento.

Per questo motivo è fondamentale che durante i mesi di gestazione ogni futura mamma curi al meglio la propria alimentazione: questo non vuol dire privarsi di gran parte degli alimenti – a parte quelli che, generalmente, vengono sconsigliati durante la gravidanza – ma semplicemente di non eccedere, specialmente con cibi non proprio salutari.

Così facendo si andranno ad apportare non solo per sé ma anche per il feto tutti i nutrienti necessari per portare al termine una gravidanza senza complicazioni, e soprattutto far sì che il nascituro goda di ottima salute.

Tuttavia molte donne già diventate mamme sanno quanto possa sembrare difficile cercare di resistere alle tentazioni e alle grandi abbuffate, specialmente quando in preda a certe fasi ormonali, ma per mantenere il peso sotto controllo durante una gravidanza è importante trovare il giusto bilanciamento.

Parlando di peso, durante la gravidanza la futura mamma dovrebbe arrivare a prendere massimo 12 kg, ovviamente distribuiti nell’arco dei nove mesi: tuttavia durante il primo trimestre generalmente può capitare di perdere qualche chilo, specie se si soffre delle classiche nausee mattutine. Al contrario, invece, l’incremento di peso durante questo primo periodo potrebbe risultare quasi impercettibile, per diventare ovviamente più visibile nel secondo e terzo trimestre.

Durante i nove mesi di gestazione generalmente viene consigliato un regime alimentare ricco di fibre, insieme a vitamine e sali minerali, cercando di limitare i grassi: via libera quindi a frutta e verdura (con almeno cinque porzioni giornaliere) insieme a carboidrati “a rilascio lento” (come pasta, pane, cereali e riso, meglio se integrali), cibi ricchi di proteine e ferro (carne, broccoli e legumi), pesce e uova (con due porzioni a settimana ciascuno e rigorosamente ben cotte) e latticini.

Da limitare sono prodotti dolciari confezionati (favorendo quelli fatti in casa) e da eliminare completamente sono invece gli insaccati insieme a carne e pesce crudo, cibi fritti e particolarmente grassi.

Inoltre, per la propria salute e quella del nascituro è sempre meglio smettere di fumare, limitando anche il consumo di alcolici, caffeina e teina (in quanto queste ultime due potrebbero avere degli effetti sul feto, andando a renderlo agitato).

Seguendo questi semplici e pratici consigli, controllando il proprio peso in gravidanza, dopo il parto sarà anche più facile tornare in forma.