Gelatina di fragole: come preparare la gelatina di frutta in casa

Anna Carbone 12 aprile 2013
Tempo di preparazione:
40 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti
Tempo totale:
1 ore 10 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 500 g. di fragole mature
  • 25 g. di zucchero
  • ½ litro di spumante secco
  • 8 fogli di gelatina
  • o 40 g. di colla di pesce
  • 1 rametto di menta fresca
  • ghiaccio tritato

Fragole, certo. Ma se non sono di stagione? Potete optare per un altro frutto. La ricetta rimane pressoché invariata. Spumante, rigorosamente secco. Gelatina alimentare, da acquistare in supermercato, e tanta menta fresca finale. Un dessert freddo da gustare sempre, anche nelle calde notti d’estate.

Preparazione:

Scegliete delle fragole mature ma sane, lavatele delicatamente, nettatele e asciugatele con uno strofinaccio pulito. Raccoglietele in uno stampo da budino da un litro (senza buco e foderato con un foglio di pellicola trasparente), unite qualche fogliolina di menta precedentemente lavata. Ponete in frigorifero.

In una tazza di acqua fredda mettete ad ammollare i fogli di gelatina spezzettati per 15 minuti. In un pentolino portate a ebollizione 2 o 3 cucchiai d'acqua unitevi i fogli di gelatina ben strizzati, fateli sciogliere a fuoco bassissimo. Incorporatevi lo zucchero, mescolate continuamente, togliete il recipiente dal fuoco, filtrate la gelatina e versatela in una terrina.

Sistemate la terrina in una ciotola più grande piena di ghiaccio tritato, mescolate raffreddando completamente la gelatina. Aggiungetevi delicatamente lo spumante, fatelo scorrere sul dorso di un cucchiaio in modo che trattenga le bollicine, mescolate in senso verticale.

Versate la gelatina con lo spumante secco, aiutandovi con un cucchiaio, nello stampo con le fragole, riempiendolo fino al bordo. Ora ponete il tutto in freezer per 30 minuti circa, passato questo tempo, ponete il tutto nel frigorifero e lasciate riposare per 3 o 4 ore.

Al momento di servire, sformate la gelatina di fragole su un piatto di portata, guarnendo con foglioline di menta fresca.

Note:

I VINI CONSIGLIATI:
PIAVE CABERNET GRAVINA BIANCO (amabile/asciutto)

Aree di produzione: Puglia provincia BA - affinamento: fino a 2 anni - caratteristiche: fermo - colore: paglierino al verde chiaro - odore: gradevole tipico – vitigni: malvasia del chianti (40%65%) greco di tufo e/o bianco d'Alessandro (35%-60%) bombino bianco e/o trebbiano toscano e/o verdeca (0-10%) - sapore: sapido fresco armonico delicato amabile/asciutto - gradazione alcolica minima 11°.

MARTINA FRANCA
Aree di produzione: Puglia provincia BA/BR - affinamento: fino a 2 anni - caratteristiche: fermo - colore: paglierino chiaro o verdolino - odore: gradevole tipico vinoso delicato - vitigni: verdeca (50%-65%) bombino d'alessano (35%-50%) fiano e/o bombino e/o malvasia toscana (0%-5%) - sapore: asciutto delicato asciutto - gradazione alcolica minima 11°.

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA
Aree di produzione: Veneto Comprende 19 comuni della fascia settentrionale della provincia di Verona, da est a ovest - affinamento: fino a 2-3 anni - caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: FINE PASTO, DESSERT - colore: rubino intenso - odore: vitigni: Corvina Veronese 45%-95%, ammesso Corvinone max 50% in sostituzione della Corvina; Rondinella 5%-30%, ammessi altri vitigni a bacca rossa non aromatici provincia di Verona max 15%, altri vitigni autoctoni a bacca rossa max 10% - sapore: vellutato armonico di corpo amabile/dolce.

165 CALORIE  PER PORZIONE

photo credit: Paolaki Dromorama via photopin cc
http://allrecipes.it

Informazioni utili