Lasagne alle melanzane, rivisitazione della ricetta siciliana

Anna Carbone 19 dicembre 2012
Tempo totale:
2 ore
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 4 persone:
  • 300 g. di lasagne
  • 350 g. di melanzane
  • 250 g. di polpa di pomodoro pronta
  • 100 g. di crescenza
  • 200 g. di ricotta
  • 35 g. d'olio extravergine d'oliva
  • 35 g. di cipolla
  • 30 g. di prezzemolo tritato
  • 1 spicchio d'aglio
  • origano
  • sale - pepe

Pasta e melanzane fanno tornare alla memoria subito la ‘Norma’ siciliana. Questa ricetta è una sua rivisitazione che, usando le lasagne, lascia che pasta e verdura cuociano in forno, con qualche piccolo suggerimento per ottenere un risultato finale ancora più gustoso.

Preparazione:

Spuntate da ambo le parti le melanzane, lavatele con cura in acqua fredda, tagliatele a rondelle sottili, adagiatele in un piatto, spolverizzate con un po' di sale e lasciatele riposare per 20-30 minuti in modo che perdano l'acqua di vegetazione. Scaldate il forno a 220 gradi. In una pentola abbastanza grande portate ad ebollizione abbondante acqua. In una casseruola fate insaporire la polpa pronta di pomodoro con la cipolla e l'aglio tritati, regolate di sale e di pepe e fate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Ultimata la cottura togliete il recipiente dal fuoco, unitevi a crudo l'olio extravergine d'oliva. Nel frattempo, in una terrina, amalgamate i formaggi, il prezzemolo tritato e un pizzico di pepe, aggiungete eventualmente qualche cucchiaio di latte per ammorbidire il composto. Lessate in acqua leggermente salata le lasagne, scolatele e passatele in acqua fredda, per fermare la cottura, e sistematele su un canovaccio da cucina.
Ora prendete una teglia da forno e rivestite le pareti con un foglio di carta da forno, disponetevi qualche cucchiaiata di salsa, sopra sistemateci uno strato di lasagne, uno di formaggio e uno di melanzane sgocciolate, continuate così fino a finire tutti gli ingredienti e terminate con uno strato di salsa. Coprite la teglia con un foglio d'alluminio e cuocete in forno caldo per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo togliete l'alluminio, continuate la cottura per altri 5 minuti a calore vivace, in modo che si formi in superficie una crosticina leggermente dorata.

Note:

VARIANTE
Potete sostituire i formaggi (ricotta e crescenza) con una mozzarella (180 g.) e 70 g. di parmigiano reggiano grattugiato.

300 CALORIE  PER PORZIONE

I VINI CONSIGLIATI:
BAGNOLI CABERNET
Aree di produzione: Veneto provincia PD - affinamento: fino a 2 anni - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino intenso al granato o al mattone con l'invecchiamento – odore: vinoso tipico intenso se invecchiato - vitigni: cabernet franc e/o sauvignon e/o carmenere (85%-100%) - sapore: pieno erbaceo equilibrato tannico di corpo austero vellutato se invecchiato asciutto - gradazione alcolica minima 11°.

BARDOLINO SUPERIORE
Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) - affinamento: 1 anno obbligatorio quindi fino a 3 anni - caratteristiche: fermo o leggermente frizzante - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino chiaro al cerasuolo e al granato con l'invecchiamento - odore: vinoso con leggero profumo delicato - vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) - sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile - gradazione alcolica minima 11,5°.

PENTRO DI ISERNIA ROSSO
Aree di produzione: Molise provincia IS – affinamento: fino a 3 anni - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: TUTTO PASTO - colore: rubino più o meno intenso - odore: tipico gradevole – vitigni: montepulciano (45%-55%) sangiovese (45%-55%) altre (0-5%) - sapore: asciutto armonico vellutato lievemente tannico asciutto - gradazione alcolica minima 11°.

photo credit: Blue Square Thing via photopin cc
http://allrecipes.it

Informazioni utili