Zuppa di pesce alla marsigliese, come preparare la Bouillabaisse

Anna Carbone 19 novembre 2012
Tempo totale:
1 ore
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 kg di pesci freschi e misti da zuppa
  • 2 cipolle
  • 250 g. di pomodori perini
  • sale – pepe
  • peperoncino rosso tritato
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 manciata di basilico
  • 4 spicchi d'aglio
  • 1 litro di vino bianco secco
  • 1 bicchiere di whisky
  • crostoni di pane casereccio

Si tratta di una ricetta tipica di Marsiglia, molto diffusa in tutta la provenza, particolarmente nota per essere deliziosa e piccante.

La sua formula permette di adattarsi a tutte le tasche, fino a diventare un piatto di lusso con l’aggiunta di aragoste.

Da servire sempre con la salsa rouille composta da pangrattato, zafferano, olio e  peperoncino.

Preparazione:

Pulite attentamente i pesci da zuppa e poneteli in una capace pentola possibilmente di coccio, a freddo, con le cipolle tritate, i pomodori, sale e pepe, zafferano, basilico tritato, aglio tritato, vino e whisky.
Iniziate la cottura a fiamma bassa muovendo i pesci con un cucchiaio di legno facendo molta attenzione a non romperli.
La cottura deve proseguire per 40 minuti. Unite poi il peperoncino rosso e tenete in caldo. Se lo preferite potete sostituire il peperoncino con una adeguata dose di pepe nero.

Friggete delle fette di pane casereccio, tagliate non troppo sottili, in olio o burro; quando saranno dorate mettetele sul fondo delle scodelle o fondine, poi portate in tavola la zuppa di pesce: ogni commensale si servirà versando il pesce sopra le fette dorate di pane.

Note:

VINI CONSIGLIATI:

ORVIETO (Umbria)
Ecco un altro vino di fama internazionale ottenuto sui verdi colli che circondano il comune di Orvieto, in provincia di Terni: Colore: giallo paglierino dorato; profumo:accentuato e caratteristico; Sapore: secco ma anche rotondo. Gradazione alcolica 12/12,5° e temperatura di servizio 10/12°. Il tipo “secco” è consigliabile con un’infinità di piatti, ma principalmente con PESCE DI MARE E DI ACQUA DOLCE, mentre l’“abboccato” accompagna MINESTRE, VELLUTATE, GELATINE, ecc:

VERMENTINO DI GALLURA
Aree di produzione: Sardegna provincia NU/SS - affinamento: fino a 3 anni - caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: FRUTTI DI MARE, CROSTACEI, OSTRICHE - colore: giallo paglierino con leggeri riflessi verdognoli - odore: sottile intenso delicato - vitigni: vermentino (100%) - sapore: alcolico, morbido con retrogusto amarognolo, asciutto - gradazione alcolica minima 12°.

SARDEGNA SEMIDANO (anche MOGORO)
Aree di produzione: Sardegna provincia CA/OR/NU/SS - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: PESCE - colore: giallo paglierino con riflessi tendenti al dorato - odore: delicato fruttato tipico - vitigni: semidano (85%-100%) - sapore: morbido sapido fresco asciutto - gradazione alcolica minima 11,5°.

420 CALORIE PER PORZIONE.

Informazioni utili