Chiara Nasti attacca Aurora Ramazzotti sui social

Solo pochi giorni fa l'influencer era stata tacciata di sessismo dopo aver condiviso un post provocatorio

Aggiornato il 7 maggio 2020

L’influencer Chiara Nasti continua ad essere al centro delle polemiche dopo una serie di trovate lanciate sul web che hanno scatenato l’indignazione del popolo della rete.

Tutto è partito qualche giorno fa quando la ventiduenne ha condiviso un post con una citazione dell’attrice ungherese Zsa Zsa Gabor: “Ogni donna dovrebbe avere quattro animali nella sua vita. Un visone nell’armadio, una Jaguar in garage, una tigre nel letto, e un asino che paghi per ogni cosa“.

La frase provocatoria ha alzato un polverone in quanto Chiara è stata tacciata immediatamente di sessismo attirandosi le critiche dei follower. Non contenta la giovane influencer, per dimostrare il disinteresse nei confronti della polemica nata dal suo post, ha deciso di far stampare tutte le critiche ricevute su un rotolo di carta igienica.

Il caso si è ingrandito maggiormente con la reazione di Aurora Ramazzotti che già aveva mostrato perplessità nei confronti di alcuni contenuti condivisi dalla Nasti. La figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti ha, infatti, commentato su Instagram il video in cui l’influencer mostra la carta igienica con l’emoticon che manifesta incredulità.

Dal canto suo, Chiara ha ribattuto immediatamente con una frecciatina al vetriolo in cui ha taggato Aurora: “Di cosa ti sconvolgi? Ti ricordavo un tantino diversa tra alcol e non mi dilungo“. La Ramazzotti risponderà all’ennesima provocazione?

Chiara Nasti padre

Chiara Nasti è nata nel 1998 a Materdei, uno dei quartieri di Napoli, da Enzo Nasti e Gabriella Argento. Enzo, così come la moglie, è un commerciante di professione molto conosciuto nel napoletano. Pare che la citazione “un asino che paghi per ogni cosa” condivisa da Chiara sia riferita proprio al padre che le ha regalato una lussuosa auto sportiva immortalata in uno dei suoi ultimi post.

Seguici anche su Google News!

Articolo originale pubblicato il 16 aprile 2020

Storia

  • Vip

Credits foto: