Beach waves, come fare i capelli mossi (e mantenere la piega)

Tutte le tecniche e i consigli per avere onde naturali con ferro o piastra, spazzola o trecce

Aggiornato il 25 gennaio 2021
Bellezza

Capire come fare i capelli mossi in modo semplice e duraturo, sia con l’uso della della piastra sia senza, per dare alla chioma quel movimento fluido e sbarazzino tanto desiderato è più semplice di quanto si pensi. Basterà, infatti, avere alcune accortezze per realizzare delle beach waves perfette e adatte a completare tantissimi look.

La piega per fare i capelli mossi si può fare rapidamente (senza piastra oppure con il metodo classico delle trecce) ma di base la chioma deve essere sana e forte. Per farlo occorre utilizzare anche dei prodotti per capelli mossi  appositamente studiati per uno styling ondulato, che duri nel tempo.

Capelli mossi in poco tempo: come fare?

Una vita frenetica con le lancette dell’orologio che scorrono troppo velocemente è la routine delle donne moderne. Avere poco tempo a disposizione comporta, spesso, non dedicare il giusto tempo alla cura dei propri capelli.

Ma come fare se si vuole realizzare una chioma mossa in poco tempo? Semplicemente seguendo alcuni suggerimenti e e tip utilissime.

  1. Utilizzate un ferro arricciacapelli dal diametro piccolo ma su grandi ciocche di capelli: in questo modo si ottengono capelli mossi, ma senza boccoli troppo definiti, si fa lo styling di tutte le ciocche in poco tempo.
  2. Pettinate i capelli e dividete la chioma in 4 parti uguali, utilizzando delle pinze per suddividere le ciocche.
  3. Prendete, per ogni sezione divisa, delle grandi ciocche, arrotolatele una alla volta a spirale, dalla radice alla punta, e tenete la posa per qualche secondo.
  4. In ultimo, passate le dita delicatamente tra i capelli per dare un effetto mosso naturale e spruzzate della lacca per fissare lo styling creato.

schiariture su capelli mossi

Come fare i capelli mossi con la piastra

Anche chi ha capelli lisci può sperare di ottenere quell’effetto mosso naturale, con onde morbide e soffici, perfette per ogni stagione dell’anno. Per questo è importante avere a disposizione una piastra per capelli professionale, ma anche un po’ di manualità (che si acquisisce facilmente con la pratica).

  • Dopo aver lavato i capelli con uno shampoo volumizzante, tamponate l’acqua in eccesso e applicate, a testa in giù, una schiuma per capelli ricci o mossi.
  • Asciugate i capelli con il phon e, in ultimo, applicate su tutta la lunghezza un termoprotettore per salvaguardare la chioma dal calore eccessivo della piastra.
  • Fate riscaldare la piastra portandola alla temperatura più adatta ai vostri capelli: 180 °C saranno sufficienti per la maggior parte delle chiome ma, se avete capelli molto crespi e/o spessi, potete utilizzarla anche alla temperatura massima di 220 °C.
  • Dividete i capelli in 4 sezioni uguali e trattate una sezione alla volta.
  • Iniziate con le ciocche posizionate vicino al collo e alle orecchie.
  • Ruotate la piastra di 180° sulla ciocca e passatela lentamente fino alle punte, alternate la direzione della rotazione per ottenere un look più naturale.
  • Tenete la piastra perpendicolare alla testa, o parallela per dare più volume all’acconciatura.
  • Lasciate in posa per un massimo di 10 secondi e poi srotolate delicatamente il riccio.
  • Procedete così con tutte le restanti sezioni suddivise.
  • Terminate tutte le ciocche, passate delicatamente le dita tra i capelli in modo da aprire i ricci e avere un effetto naturale.
  • Infine, strofinate qualche goccia di olio di argan sulle mani e passatelo sui capelli.

capelli mossi

Come fare i capelli mossi senza piastra

Una capigliatura mossa senza l’uso della piastra è possibile. Pochi passaggi mirati e decisi per un look glamour invidiabile.

Inoltre, non utilizzare la piastra è un toccasana per coloro che hanno una chioma sfibrata e tendenzialmente debole. Un uso massiccio e scorretto della piastra porta, con il tempo, a rovinare la fibra del capello, arrivando, in alcuni casi anche alla caduta dei capelli.

Per ottenere una chioma mossa naturale, senza uso della piastra, si possono scegliere diversi metodi. Scopriamo di seguito quali e come metterli in pratica.

  • Chignon

Arrotolando i capelli in uno chignon è possibile dare vita all’effetto mosso tanto desiderato. Dividete i capelli in due o quattro ciocche sulla testa, quindi, prendete ogni ciocca, giratela su se stessa arrotolandola e poi continuate a girare fino a creare delle spirali di capelli aderenti alla testa.
Fermate ogni spirale con elastico e forcine. Dormiteci su e al mattino togliete elastici e forcine, pettinando i capelli con le dita e aggiungendo lacca per fissare le onde.

  • Trecce

Il metodo più usato per fare i capelli mossi senza usare la piastra sono proprio le trecce. Sarà necessario creare la classica treccia, oppure due trecce se avete un caschetto corto.
Anche in questo caso, una volta formata la treccia e legata con un elastico l’estremità, possibilmente su capelli leggermente umidi, lasciare in posa per tutta la notte.
Quanto più la treccia sarà stretta tanto più le onde saranno delineate. Per avere onde più durature utilizzate la spuma sulle chiome umide e, dopo aver intrecciato i capelli, passate sulla trecce il phon caldo per qualche minuto. Al mattino sciogliete le trecce e pettinate i capelli con le dita a testa in giù. Utilizzate la lacca se necessario.

  • Forcine ed elastici

Questo metodo è ideale per creare capelli corti mossi. Realizzate due o più piccole code con degli elastici su tutta la testa, poi arrotolate i capelli della coda stessa girandoli su di essa e fissando infine con una forcina.
Coprite la testa con un foulard e lasciate in posa per tutta la notte. Al mattino rimuovete tutto e pettinate i capelli con le dita.

schiariture capelli castani

Come fare i capelli mossi: 3 consigli qualunque sia il metodo

I capelli mossi valorizzano il viso perché rendono i lineamenti più morbidi, aiutano a nascondere i difetti e movimentano l’acconciatura rendendola più grintosa. Ecco 3 consigli utili per realizzare una chioma mossa, qualunque metodo si usi.

  • Mosso modellato: se si desiderano delle beach waves naturali è possibile utilizzare un ferro classico o a cono. Prima dell’utilizzo del ferro si applica un termoprotettore sui capelli umidi. Una volta realizzate tutte le onde, applicate un po’ di lacca ai semi di lino per fissare l’acconciatura.
  • Mosso per chi ha i capelli “a spaghetto”: in tal caso è indispensabile l’utilizzo di un buon ferro arricciacapelli o una piastra (ideale per definire le onde anche sui capelli più lisci). Prima di procedere alla lavorazione delle onde, utilizzare una spuma per capelli ricci o mossi sulla chioma umida in modo da fissare lo styling finale.
  • Capelli mossi con il phon: per le amanti della classica piega con phon e spazzola, il consiglio per avere delle onde naturali è utilizzare un phon che abbia una bocchetta piccola oppure una spazzola termica, che consenta di scegliere il diametro in base alle onde desiderate. Con questo metodo la piaga durerà a lungo. Dividete i capelli in ciocche, arrotolate una ciocca per volta sulla spazzola, scaldandola con il phon e lasciandola andare. Proseguite così per tutta la testa. Infine, aprite i boccoli pettinando con le dita.

Come avere capelli mossi perfetti

Indipendentemente dal metodo utilizzato per realizzare una capigliatura mossa, mantenere i capelli ondulati in modo impeccabile tutti i giorni non è difficile. Ecco come fare.

  • Non pettinare i capelli: una volta realizzato il mosso, affinché questo duri più a lungo è sconsigliato pettinare la chioma con spazzole o pettini a denti stretti. Passare, invece, le dita tra le onde rigorosamente a testa in giù è considerato il metodo più efficace per uno styling ondulato che duri nel tempo.
  • Non usare olii o creme liscianti: evitare l’utilizzo di oli ammorbidenti come olio di Argan o simili. L’utilizzo di tali prodotti appiattirebbe e appesantirebbe di molto i capelli tendendo a rovinare la piega mossa in poco tempo.
  • Utilizzare gel o mousse: per ridefinire il mosso si può utilizzare, con le dovute accortezze, un gel o una mousse leggera sulla chioma. Questi prodotti sono realizzati appositamente per ravvivare i capelli mossi regalando un tocco di movimento in più.
  • Dormire su cuscini con fodere di seta: questo tessuto permetterà ai capelli di non seccarsi durante la notte. I cuscini in cotone non sono adatti, in quanto aiutano a favorire anche la comparsa delle doppie punte.
  • Utilizzare la lacca giusta: affinché la definizione del mosso duri più a lungo, l’utilizzo della lacca è (quasi) indispensabile ma, per ogni tipologia di capelli, c’è la lacca giusta. Per esempio, per capelli ricci o folti, utilizzate una lacca a tenuta forte, mentre per i capelli fini meglio optare per un prodotto più leggero e che non appiccichi. Non dimenticate di spruzzare la lacca a circa 15 cm di distanza dai capelli.

Articolo originale pubblicato il 22 gennaio 2021

Seguici anche su Google News!