Film Disney Pixar: elenco completo aggiornato

Woody e Buzz, Saetta McQueen, Mike e Sully, Nemo, Dory e tutti i protagonisti di lungometraggi e corti più belli: la guida completa.

Spettacolo

Da giugno 2019 è in sala il film Disney Pixar, Toy Story 4, nuovo capitolo delle avventure di Woody e Buzz, 24 anni dopo la loro prima e rivoluzionaria apparizione. Da allora, la major ha sfornato 21 lungometraggi e una serie di divertentissimi corti (il cui esordio risale però al 1984) di cui vi proponiamo un elenco completo aggiornato.

La loro particolarità? Sono opere realizzate completamente con la computer grafica. Una storia di successi che ha spinto la Disney, nel 2006, ad acquistare l’azienda nata come divisione della Lucasfilm di George Lucas e comprata da Steve Jobs (cofondatore della Apple Computer) per dieci milioni di dollari nel 1986.

Ecco la guida completa di tutti i film Disney Pixar e dei 10 corti più belli.

Film Disney Pixar: lungometraggi

  • Toy Story – Il mondo dei giocattoli, regia di John Lasseter (1995) – Incassi record, un Oscar speciale a Lasseter e la 90esima posizione tra i cento migliori film statunitensi di tutti i tempi per un capolavoro a tutti gli effetti. Woody è un giocattolo di vecchia generazione, buttato all’angolo dopo l’arrivo di Buzz Lightyear, eroe spaziale super-accessoriato.

    Toy Story (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • A Bug’s Life – Megaminimondo, regia di John Lasseter e Andrew Stanton (1998) – Occhi puntati in una colonia di formiche vessata dai tributi alle perfide cavallette.

    A Bug’s Life (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa, regia di John Lasseter, Lee Unkrich e Ash Brannon (1999) – Nuovi eroi vanno ad aggiungersi nella famiglia di giocattoli: Buzz, Rex, Slinky, Mr. Potato e Hamm partono alla ricerca di Woody, fuggito per non finire in un museo.

    Toy Story 2 (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Monsters & Co., regia di Pete Docter, Lee Unkrich e David Silverman (2001) – Mostropoli si alimenta grazie alle urla dei bambini, terrorizzati al buio da un esercito di mostri. L’arrivo di Boo sconvolgerà i piani di Mike e Sulley.

    Monster&Co. (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Alla ricerca di Nemo, regia di Andrew Stanton e Lee Unkrich (2003) – Miglior film d’animazione agli Oscar 2004 per le avventure nel mare profondo di Marlin alla ricerca del piccolo Nemo.

    Finding Nemo (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Gli Incredibili – Una “normale” famiglia di supereroi, regia di Brad Bird (2004) – Successo strepitoso per la famiglia di supereroi alle prese con segreti e bugie prima che con i cattivissimi da sconfiggere.

    The Incredibles (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Cars – Motori ruggenti, regia di John Lasseter e Joe Ranft (2006) – Saetta McQueen è una macchina da corsa alle prime armi. Scoprirà che nella vita ci sono cose più importanti di una corsa da vincere a ogni costo.

    Cars (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Ratatouille, regia di Brad Bird e Jan Pinkava (2007) – Remy è un topo col sogno di diventare chef stellato. Ma nulla è impossibile grazie al suo naso super sviluppato e all’aiuto di Linguini, il giovane addetto alle pulizie del ristorante.

    Ratatouille (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • WALL•E, regia di Andrew Stanton (2008) – Un robot è rimasto l’unico abitante del pianeta Terra, ormai abbandonato dagli esseri umani a causa dell’eccessivo inquinamento e del continuo accumulo di rifiuti. Favola ecologista (omaggio ai film più importanti di fantascienza) che strappa più di qualche lacrima.

    Wall.E (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Up, regia di Pete Docter e Bob Peterson (2009) – Secondo film di animazione della storia ad essere stato candidato agli Oscar come miglior film dopo La bella e la bestia nel 1991, ottenendo 5 candidature in totale, e vincendo due premi Oscar, ossia miglior film d’animazione e migliore colonna sonora. Un venditore di pallonicini esaudisce il sogno di una vita: volare in Sud America con la propria casa.

    Up (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Toy Story 3 – La grande fuga, regia di Lee Unkrich (2010) – Successo di pubblico e di critica per le nuove avventure di Buzz e Woody: primo film animato a superare il miliardo di dollari d’incasso in tutto il mondo e la pellicola animata più redditizia fino al 2014, quando è stato superato da Frozen – Il regno di ghiaccio, oltre a venire candidata a cinque premi Oscar, vincendo il riconoscimento per miglior film d’animazione e migliore canzone.

    Toy Story 3 (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Cars 2, regia di John Lasseter e Brad Lewis (2011) – Saetta McQueen si unisce di nuovo al suo vecchio e migliore amico Mater per una serie di avventure internazionali e per fantastiche sfide contro le auto più veloci del mondo.

    Cars 2 (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Ribelle – The Brave, regia di Mark Andrews, Brenda Chapman e Steve Purcell (2012) – Oscar 2013 come Miglior film d’animazione, racconta le gesta di Merida, principessa coraggiosa, audace e insofferente alle regole di corte che preferisce cavalcare e tirare con l’arco piuttosto che sedere a tavola composta o pettinare i propri riccioli rossi.

    The Brave (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Monsters University, regia di Dan Scanlon (2013) – Prequel di Monster & Co.: come si sono conosciuti Mike e Sulley? La loro rivalità risale ai tempi dell’università, quando entrambi sono stati cacciati dal programma di Spaventatori professionisti.

    Monster University (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Inside Out, regia di Pete Docter, Ronnie del Carmen (co-regia) (2015) – Miglior film animato agli Oscar 2016. Gioia, Paura, Rabbia, Disgusto e Tristezza vivono nel Quartier Generale, il centro di controllo nella mente della piccola Riley, da dove l’aiutano a affrontare la vita di tutti i giorni.

    Inside Out (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Il viaggio di Arlo, regia di Peter Sohn (2015) – Arlo è un apatosauro che stringe un’improbabile amicizia con un umano. Attraversando territori misteriosi e ostili, imparerà ad affrontare le proprie paure e scoprirà ciò di cui è veramente capace.

    The Good Dinosaur (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Alla ricerca di Dory, regia di Andrew Stanton (2016) – Con l’aiuto di Nemo e Marlin, Dory cerca di ritrovare la propria famiglia, dalla quale ha ricordato di essere stata separata da piccola.

    Finding Dory (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Cars 3, regia di Brian Fee (2017) – Oscurato da una nuova generazione di piloti, Saetta McQueen è costretto a ritirarsi dallo sport che ama. Per tornare in pista ha bisogno dell’aiuto della giovane ingegnere di gara Cruz Ramirez.

    Cars 3 (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Coco, regia di Lee Unkrich, Adrian Molina (co-regia) (2017) – Ha vinto nel 2018 due premi Oscar, come miglior film d’animazione e come miglior canzone per Remember Me, scritta da Robert Lopez e Kristen Anderson-Lopez. Un giovanissimo aspirante musicista intraprende un viaggio verso la terra dei propri antenati per scoprire i misteri nascosti dietro i racconti e le tradizioni della sua famiglia.

    Coco (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Gli Incredibili 2, regia di Brad Bird (2018) – Un produttore televisivo recluta Elastigirl per combattere il crimine e far sì che il pubblico si innamori ancora dei supereroi. Mr. Incredible deve così affrontare una delle più grandi sfide di sempre: restare a casa e prendersi cura dei tre figli.

    Incredibles 2 (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  • Toy Story 4, regia di Josh Cooley (2019) – A distanza di più di vent’anni dalla realizzazione del primo lungometraggio del mondo animato al computer, i protagonisti dell’indimenticabile pellicola tornano in sala a giugno 2019. Woody e Buzz Lightyear, doppiati ancora una volta da Tom Hanks e Tim Allen nella versione originale, mentre in italiano lo sceriffo per la prima volta non avrà la voce di Fabrizio Frizzi, morto nel 2018.

    Toy Story 4 (Courtesy Press Office ©2018 Disney•Pixar)

Film Disney Pixar: i 10 corti più belli

  1. Il gioco di Geri, regia di Jan Pinkava (1997) – Cinque minuti di pura poesia premiati con l’Oscar al miglior corto. Il Geri senza gli occhiali sfida il Geri con gli occhiali in una partita a scacchi all’ultima mossa…

    Geri’s Game (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  2. Pennuti spennati, regia di Ralph Eggleston (2000) – Tra i corti Pixar più celebri, Oscar nel 2002, incluso nel dvd di Monster & Co. Non c’è modo di usare le parole qualcosa che le immagini Pixar raccontano in modo tanto lieve e divertente.

    For the Birds (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  3. L’agnello rimbalzello, regia di Bud Luckey (2003) – Fortuna, disgrazia e risalita di un agnello costretto a ritrovare se stesso dopo essere stato tosato. Ad aiutarlo a sconfiggere la delusione, un simpatico Lepronte per amico.

    Boundin’ (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  4. Jack-Jack Attack, regia di Brad Bird (2005) – Breve spin off de Gli Incredibili: ignara baby sitter alle prese con i super poteri del piccolo Jack.

    Jack-Jack Attack (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  5. One Man Band, regia di Andrew Jimenez e Mark Andrews (2005) – Due uomini orchestra si contendono a colpi di musica l’offerta di una bambina. La prima visione mondiale è avvenuta al 29° Annecy Animation Festival, ad Annecy, ed ha vinto il Platinum Grand Prize al Future Film Festival di Bologna.

    One Man band (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  6. Parzialmente nuvoloso, regia di Peter Sohn (2009) – Peck è una cicogna addetta alla consegna dei cuccioli, umani e animali, fabbricati dalle nuvole.

    Partly Cloudy (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  7. La luna, regia di Enrico Casarosa (2011) – Generazioni a confronto: ispirato ai dai racconti di Antoine de Saint-Exupéry e Italo Calvino (mentre l’animazione e lo stile sono ispirati da Hayao Miyazaki e da La Linea di Osvaldo Cavandoli), racconta di un bambino, diviso tra gli insegnamenti del padre e quelli del nonno

    La luna (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  8. Lava, regia di James Ford Murphy (2014) – Love story musicale ambientata milioni di anni fa e basata su una canzone del regista, è ispirata alla bellezza delle isole tropicali e al fascino esplosivo dei vulcani oceanici.

    Lava (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  9. Piper, regia di Alan Barillaro (2016) – Le inziali ore di vita di un piccolo piovanello alle prese con le prime difficoltà. Oscar come miglior corto nel 2017.

    Piper (Foto Facebook @DisneyPixarIT)
  10. Bao, regia di Domee Shi (2018) – Presentato in anteprima al Tribeca Film Festival è stato proiettato al cinema prima del film Gli Incredibili 2. Racconta di una donna cinese e del suo tenero ma complicato rapporto con un raviolo che prende vita. Ha vinto l’Oscar per il miglior cortometraggio d’animazione.

    Bao (Foto Facebook @DisneyPixarIT)

Credits foto:

  • Disney Pixar | Ufficio stampa