Giulia Talia, chi è la prima concorrente di Miss Italia dichiaratamente lesbica

Romana, ventiquattro anni, si è laureata con 110 e lode in scenografia all’Accademia di Belle Arti. Sulla sua partecipazione al concorso afferma: "Mi aspetto insulti e attacchi, ma voglio accendere un faro su questo tema".

Pubblicato il 29 novembre 2021
News

Ventiquattro anni e una laura con lode in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma, Giulia Talia è la prima concorrente di Miss Italia dichiaratamente lesbica. Innamorata di Barbara, la sua ragazza, con cui convive nella Capitale da tre anni, Giulia si dice contenta della sua partecipazione al noto concorso di bellezza, soprattutto perché potrà “accendere un faro” sul tema dell‘omosessualità.

Partecipo a Miss Italia – ha dichiarato in un video su Instagram – perché credo sia un importante mezzo mediatico per eliminare ogni forma di pregiudizio e mandare un messaggio positivo. Non bisogna mai aver timore di mostrarsi per ciò che si è realmente per paura del giudizio degli altri”.

Classe 1997, Giulia sta svolgendo un tirocinio presso uno studio di architettura, visto che il suo sogno è diventare una Interior design e, nel frattempo, per mantenersi lavora la sera come hostess in un locale. Come ha spiegato in un’intervista al Corriere della Sera, grazie al sostegno dei suoi amici e della sua famiglia, sente di poter vivere la sua relazione con Barbara alla luce del sole e senza paura.

Io ho scoperto tutto all’università. Io e la mia compagna ci siamo conosciute in un locale con amici, un mese dopo eravamo a Santorini per un weekend e sette mesi dopo convivevamo. Penso di aver avuto questa consapevolezza da sempre, ma era relegata in un angolino. Sono stata fidanzata a lungo con Andrea, che ha conosciuto i miei genitori. Poi al primo anno di università mi sono accorta che gli sguardi delle ragazze mi emozionavano come quelli dei maschi, se non di più. E allora mi sono lasciata andare”.

Giulia, che ha già vinto il titolo di Miss Cinema Roma 2020, è pronta per le prefinali del 30 novembre. E su possibili attacchi per il suo orientamento sessuale, – come era accaduto ad Erika Mattina, finalista di Miss Mondo Italia – Giulia dice di non aver paura: “Mi aspetto più o meno le stesse cose, non sono spaventata. Anzi non vedo l’ora. Alcuni insulti erano stati scritti da persone che potevano essere sua madre. Non credo sarebbero felici se le stesse cose le dicessero alle figlie”.

Seguici anche su Google News!