"Il lavoro gratuito è sfruttamento", gli striscioni a Livorno contro Alessandro Borghese

Ad aprile 2022 il cuoco aveva acceso le polemiche con delle affermazioni rilasciate a proposito di giovani e mondo del lavoro. Il sindacato di base Usb ha accolto così lo chef, che sta girando la nuova stagione di Quattro Ristoranti proprio nella cittadina toscana.

Pubblicato il 10 giugno 2022

Non si placano le polemiche contro Alessandro Borghese, lo chef romano che ad aprile 2022 aveva rilasciato alcune dichiarazioni sconcertanti.”Lavorare per imparare non significa essere per forza pagati“, aveva detto nel corso di un’intervista al Corriere della Sera. A due mesi dalle affermazioni, la città di Livorno non ha dimenticato. Lo dimostra l’accoglienza riservata a Borghese, che sta girando la nuova stagione di Quattro Ristoranti proprio lì.

Al giornale, il cuoco aveva lamentato problemi nel reperire personale all’interno del settore della ristorazione, scatenando le critiche di molti.

Cercasi schiavo. Mai più sfruttamento. Chef Borghese il lavoro si paga sempre! A Livorno non sei il benvenuto” recita lo striscione affisso dal sindacato di base Usb nel quartiere Venezia della città toscana. Sulla loro pagina Facebook si legge inoltre:

Borghese qualche mese fa esordì con alcune frasi in difesa di quei ristoratori che decidono di non pagare i propri dipendenti, in quanto “devono imparare” un mestiere. Vorremmo ricordare a Borghese che il lavoro gratuito (e nel nostro paese esiste in diversi settori) si chiama sfruttamento. Il lavoro si paga, sempre… Lavorare gratis in un ristorante non è “gavetta” ma sfruttamento.

https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.usb.it%2Fleggi-notizia%2Fchef-borghese-a-livorno-slang-usb-lavorare-gratis-in-un-ristorante-non-e-gavetta-ma-sfruttamento-1134.html&h=AT2z3bc335zzz6NWqVBMvv15hX45XmkwsQJ0S7UBNGnmux9dzXyYRaFLtrxTyyCoCr7RyNKu-txdALq5594WeurDGEhFX7Vy1VA0OaMr7o84vL5VMaBdWwZNVXaG-bUQ40zB&s=1

Già a ottobre 2021 Borghese aveva espresso la sua idea sulla questione:

Vuoi diventare Alessandro Borghese? Devi lavorare sodo. A me nessuno ha mai regalato nulla. Mi sono spaccato la schiena io, questo lavoro che è fatto di sacrifici e abnegazione. Ho saltato le feste di compleanno delle mie figlie, gli anniversari con mia moglie.

Seguici anche su Google News!