McDonald's chiude definitivamente in Russia dopo 32 anni di attività

Il brand di fast food ha confermato di aver venduto a un acquirente locale i suoi 850 punti vendita, di cui aveva sospeso il servizio a marzo 2022, dopo l'invasione russa dell'Ucraina. "Zio Vanja" potrebbe prendere il loro posto.

Pubblicato il 16 maggio 2022
News

L’8 marzo 2022 McDonald’s annunciava la chiusura temporanea dei suoi 850 punti vendita in Russia, in seguito all’invasione dell’Ucraina. Lunedì 16 maggio il brand di fast food ha annunciato di aver venduto le sue attività a un acquirente locale, lasciando così definitivamente il Paese. Lo riporta Bloomberg: i locali russi non utilizzeranno più il nome, il logo né il marchio di McDonald’s.

Dopo 32 anni di attività in Russia, con l’uscita dal Paese la società prevede di registrare un onere non monetario di circa 1,2-1,5 milioni di dollari per cancellare gli investimenti netti in Russia.

McDonald’s ha voluto sottolineare che la crisi umanitaria causata dalla guerra ha reso di fatto “insostenibile, né coerente con i nostri valori” mantenere le attività in Russia.

L’amministratore delegato Chris Kempczinski ha dichiarato:

“La dedizione e la fedeltà dei dipendenti e delle centinaia di fornitori russi hanno reso difficile la decisione di andarsene. Ma abbiamo un impegno nei confronti della nostra comunità globale e dobbiamo rimanere saldi nei nostri valori. Il nostro impegno in questi valori significa che non possiamo più far brillare i nostri archi lì”.

Con la decisione di marzo, McDonald’s aveva continuato a pagare i dipendenti. Ora non è più possibile, ma l’azienda ha dichiarato che cercherà di farli assumere da una compagnia russa e di remunerarli fino alla chiusura completa della vendita.

Come riportato da TgCom24, i McDonald’s potrebbero diventare “Zio Vanja” – titolo anche della famosa pièce teatrale del russo Cechov – un nuovo marchio depositato il 12 marzo con una B gialla (che nell’alfabeto cirillico corrisponde alla V di Vanja) su sfondo rosso, il quale appare molto simile al logo del brand americano, soltanto rovesciato di 90 gradi a destra.

Seguici anche su Google News!