A Londra riapre il Museo della vagina (l'unico al mondo)

Il 19 marzo 2022 il Vagina Museum riaprirà le sue porte nel quartiere di East London Bethnal Green. Obiettivo: informare sfatare miti sulla sessualità femminile.

Pubblicato il 14 marzo 2022
News

Il 19 marzo 2022 il primo museo al mondo dedicato alla vagina riaprirà le porte nel quartiere di East London Bethnal Green a Londra: è il Vagina Museum, nato nel 2019 da un’idea di di Florence Schechter, che era riuscita a realizzare il progetto da lei ideato raccogliendo una cifra di 50 mila sterline attraverso il crowdfunding. Obiettivo: destrutturare i tabù attorno all’organo femminile, sfatare falsi miti e imbarazzi sulla sessualità femminile e, non scontato, fare informazione sull’anatomia dei nostri corpi.

Un progetto nato nel 2017, che nel 2019 aveva dato vita all’apertura della prima sede del museo a Camden Market, nel celebre quartiere di Camden Town, mentre la seconda apertura, quella di marzo 2022, è attesa nel quartiere di Bethnal Green. La chisura del Vagina Museum non è legata alla pandemia che negli ultimi due anni ha travolto anche il Regno Unito, ma a una questione di sfratti: il gruppo immobiliare LabTech aveva deciso di non rinnovare il contratto di locazione nonostante il sostegno del Camden Council, che nel 2019 si era detto “incredibilmente entusiasta” di ospitare il museo.

Tutto qui? Non lo sappiamo. Secondo la fondatrice Florence Schechter dietro la decisione potrebbe esserci stato il volere del “patriarcato istituzionale”. In ogni caso, Londra riavrà il suo museo femminista, il primo e unico al mondo (per ora) dedicato alla vagina. Per le organizzatrici la riapertura è un segnale importante. L’obiettivo è continua a essere lo stesso del 2019: “Diffondere conoscenza e far crescere la consapevolezza sull’anatomia ginecologica e la salute”.

Seguici anche su Google News!