Ozzy Osbourne: in un’intervista svela di avere il morbo di Parkinson

Il calvario del celebre cantante è iniziato dopo una caduta e l'operazione chirurgica al collo cui si è sottoposto lo scorso febbraio

News

Brutte notizie per tutti i fan dell’heavy metal, ma non solo, trattandosi di un personaggio quantomeno trasversale: la leggenda del rock Ozzy Osbourne ha infatti confessato durante un’intervista di essere affetto dal morbo di Parkinson.

Il 71enne cantante ha infatti riferito a Good Morning America di non essere più in grado di tenere nascosti i suoi problemi di salute, dovendo sottoporsi a tutta una serie di medicazioni per tenere a bada il dolore relativo ai nervi.

Tutto è cominciato quando l’anno scorso, quando in seguito a una caduta il frontman dei Black Sabbath è stato operato al collo. Dopo l’operazione sono iniziati i dolori ai nervi e da allora i medici hanno cercato di capire se questo malessere fosse da imputare alla caduta, alla procedura chirurgica o al Parkinson.

Durante l’intervista però è emersa la verità. Visibilmente provato, incapace di finire la frase che aveva cominciato, Ozzy ha lasciato la spiegazione alla moglie Sharon, anch’essa in lacrime: “I medici hanno scoperto che è una forma leggere di Parkinson. Si tratta di Parkin 2, ci sono molti tipi di Parkinson.”

Tuttavia la situazione non sarebbe tragica: “Non è una condanna a morte, in alcun modo. Ma è qualcosa che impatta sui nervi del corpo. A volte puoi avere un giorno buono, un altro ancora, e quindi uno davvero terribile.”

Ozzy ha spiegato di sentire un certo intorpidimento lungo il braccio e di sentire sempre più freddo alle gambe. Ma la diagnosi non è ancora chiara, e la coppia sa cercando una risposta definitiva da specialisti: “Non so se è Parkinson o cosa. È questo il problema.”

Gli Osbourne dunque si recheranno in Svizzera ad aprile, per un consulto con un professore specializzato nello studio del morbo di Parkinson e delle sue varianti.

Riconoscendo di godere del privilegio di potersi permettere l’aiuto di luminari in altri Paesi, il cantante ha poi affermato di sentirsi in colpa per aver nascosto la diagnosi ai fan, cancellando una serie di concerti. Il musicista infatti ha detto di sentire un gran desiderio di tornare in tour, riconoscendo che questo è il periodo più lungo che abbia mai trascorso a casa.