I segreti del trucco monocromatico: a chi sta bene e come si fa

Il trucco monocromatico può rappresentare un make up facile da realizzare ma non per questo meno valorizzante. Scegliendo la giusta tonalità è in grado di donare luminosità e armonia al viso

Aggiornato il 10 febbraio 2021
Bellezza

Quando si va di fretta e non si ha molto tempo da dedicare al make up c’è una tecnica cosmetica che può venire in soccorso: si tratta del trucco monocromatico. Semplice e veloce da realizzare, si basa sulla scelta di un unico colore da utilizzare come blush, rossetto e ombretto. Una sorta di tecnica tono su tono applicata al make up.

Definito il trend dell’anno, il make up monocromatico può essere la scelta giusta sia per giocare con i contrasti (e creare così un trucco d’impatto), sia se si vuole realizzare il cosiddetto trucco nude. Pioniera del trucco “c’è ma non si vede” è stata Bobbi Brown, la stessa che aveva intuito l’importanza chiave del sottotono della pelle nella scelta dei colori. Truccatrice statunitense e fondatrice della Bobbi Brown Cosmetics, il brand nel 1995 è stato acquistato dal colosso Estée Lauder che ne aveva immediatamente compreso il potenziale. La sua linea di 10 rossetti dal sottotono marrone per le amanti del make up semplice e portabile è storia.

Tra le star che amano affidarsi alla versatilità del trucco monocromatico ci sono Emma Roberts, attrice americana famosa per la sua interpretazione in American Horror Story, e Hailey Baldwin, modella sposata dal 2018 con Justin Bieber.

Come si realizza il trucco monocromatico

Dopo aver realizzato la base (composta da primer, fondotinta, correttore e cipria) si passa all’unico colore da scegliere per truccare occhi, gote e labbra. Per essere ancora più rapidi e veloci si può usare qualsiasi rossetto o blush in crema, oppure uno stick da sfumare velocemente su labbra, guance e palpebra mobile dell’occhio come ombretto.

Stila propone il Convertible Color Dual Lip and Cheek cream, una formula innovativa 2 in 1 per donare al viso un aspetto sano, naturale e luminoso.

Stila Convertible Color Dual Lip and Cheek Cream
Stila Convertible Color Dual Lip and Cheek Cream

Disponibile in varie tonalità su LookFantastic a 18,45 euro  Acquista ora

Se invece si preferisce lo stick alla cialda, sempre Stila propone il Complete Harmony Lip and Cheek stick in varie tonalità, per un’applicazione facile e diretta con la sua texture cremosa e l’applicatore maneggevole.

Stila Complete Harmony Lip and Cheek Stick
Stila Complete Harmony Lip and Cheek Stick

Disponibile su LookFantastic a 21,95 euro Acquista ora

Come scegliere il trucco monocromatico in base alla tonalità della pelle

Chiaramente per scegliere il colore dominante del trucco monocromatico ci si può affidare a delle regole di base che aiutano nel valorizzare le varie tonalità della viso. Così come ci si affida alle regole cromatiche per scegliere la giusta tonalità di rossetto rosso, si può fare la stessa cosa per capire su quale trucco monocromatico è meglio puntare in base alle nostre caratteristiche.

Pelle scura

Ad esempio su una pelle particolarmente scura si potrebbe scegliere come colore dominante (e di conseguenza protagonista) il color malva, oppure se si vuole ottenere un look più ricercato e più glam, andrà bene puntare sull’argento.

Pelle chiara

La pelle chiara potrebbe essere valorizzata al punto giusto con un beige dorato, per creare una luce diffusa sul viso che doni luminosità, esaltandone così la bellezza.

Sottotono caldo

Se si possiede un sottotono caldo e occhi e capelli castani, il colore più adatto risulta essere un terracotta in grado di scaldare e allo stesso tempo valorizzare. In caso di occhi azzurri, ancora meglio sarà il color corallo, in grado di esaltarli ulteriormente.

Sottotono freddo

Su una pelle dal sottotono freddo, il color tortora (o come lo chiamerebbe Giorgio Armani il “greige”) è in grado di creare armonia donando un look effetto nude.

Qualsiasi sia la predominante del viso, esiste un trucco monocromatico in grado donare armonia ed equilibrio al volto, in fondo lo scopo del make up è proprio questo: bisogna servirsene per camuffare i piccoli difetti e valorizzare i punti forti.

Articolo originale pubblicato il 9 febbraio 2021

Seguici anche su Google News!

Storia

  • Prodotti di bellezza