La Principessa Vittoria di Svezia festeggia 10 anni di matrimonio

Da Principessa ribelle a futura Regina, la vita e il matrimonio dell'erede al trono di Svezia

Pubblicato il 19 giugno 2020

La favola della Principessa Vittoria di Svezia ha avuto il suo lieto fine 10 anni fa quando l’inquieta e problematica erede al trono sposa Daniel Westling. Come ogni Principessa moderna Vittoria è sempre stata sotto i riflettori dei media, che non sempre sono stati buoni con lei. Il 19 giugno festeggia il decimo anniversario di matrimonio, in modo sobrio anche a causa della pandemia del Covid-19.

Non solo Kate Middleton e Meghan Markle, anche Vittoria di Svezia ha fatto discutere spesso per le sue scelte. Ha sofferto fin da giovanissima di anoressia e disordini alimentari e i due disturbi sono stati accompagnati da amori segreti, liti a palazzo. La stampa ovviamente è sempre stata pronta a raccontare ogni minimo gossip, vero o fasullo che fosse.

Oggi, moglie e mamma felice di Estelle e Oscar, e prossima a diventare la nuova Regina di Svezia, la figlia di Carlo XVI Gustavo di Svezia e della Regina Silvia, festeggia il decimo anniversario di nozze con il suo Daniel. I festeggiamenti per l’occasione saranno certamente ridimensionati per la pandemia di Coronavirus, e la stessa Vittoria con suo marito sono scesi in campo per diverse operazioni benefiche durante il lockdown.

Per festeggiare i primi dieci anni di matrimonio, la coppia reale ha pubblicato delle foto celebrative nelle quali indossano tre cambi d’abito, alcuni dei quali sono quelli del giorno delle nozze. Ma l’abito blu è quello che ha destato maggiore interesse: Victoria ha infatti scelto un abito in tulle firmato H&M che costa circa 250 euro.

Il Principe Daniel e la Principessa Vittoria di Svezia (foto Getty Images)

Vittoria di Svezia: dall’anoressia al matrimonio con Daniel Westling

Vittoria di Svezia: i 10 anni dal matrimonio

La Principessa sposa il suo Cenerentolo. Così i media europei ironizzavano il giorno delle nozze di Vittoria di Svezia con il suo personal trainer, Daniel Westling. Il  matrimonio, celebrato il 19 giugno 2010, e giunto al decimo anniversario, sembra oggi uno dei più solidi tra le famiglie reali europee. Timido, goffo e impacciato all’inizio, Principe Daniel è riuscito a conquistare l’amore dei sudditi, che all’inizio non vedevano di buon occhio questa unione. Vittoria si proietta così nel mondo delle Principesse ribelli come una nuova Stephanie di Monaco, e dopo anni difficili a causa della depressione e dell’anoressia, sposa il suo Principe azzurro.

Le nozze si sono celebrate nella Cattedrale di San Nicola, a Stoccolma, alla presenza di tante teste coronate, tra le quali anche il Principe Alberto di Monaco con Charlene Wittstock, che sono convolati a nozze l’anno dopo.

In questi primi 10 anni di matrimonio la coppia ha visto un continuo crescendo di popolarità, anche per l’assiduo impegno della coppia in tutti gli impegni ufficiali e nel campo umanitario. Dalla loro unione sono nati la Principessa Estelle e il Principe Oscar. La famiglia vivrà all’ Haga Palace finché Vittoria non diverrà Regina. Daniel ha ottenuto il trattamento di Altezza Reale con le nozze. Quello di Vittoria e Daniel viene definito il matrimonio reale più maestoso dai tempi di quello di Carlo e Diana. La coppia trascorse la luna di miele nella Polinesia francese.

La Principessa Vittoria di Svezia e il Principe Daniel il giorno delle nozze (foto Getty Images)

L’abito da sposa di Vittoria di Svezia

Vittoria di Svezia ha scelto un abito da sposa di seta color crema, creato per lei dallo stilista Par Engsheden. Taglio semplice e elegante, scollo a barchetta, con spalle scoperte e senza maniche. Annoverato tra gli abiti di nozze reali più belli di sempre, riprende l’essenzialità di quello di sua madre. Lo strascico era lungo ben cinque metri, e sul capo la futura Regina portava la stessa tiara indossata nel 1976 proprio dalla Regina Silvia, nel giorno del matrimonio con Re Carlo Gustavo. Il diadema d’oro, con perle e camei, rappresentante Amore e Psiche fu quallo donato da Napoleone alla sua prima moglie Josephine.

La Principessa Vittoria di Svezia e il Principe Daniel il giorno delle nozze (foto Getty Images)

L’anoressia e l’impegno contro i disordini alimentari

Come Lady Diana prima di lei, anche Vittoria di Svezia è stata ribattezzata la Principessa Triste. L’erede al trono non ha sempre vissuto una favola anzi, a un certo, punto si è ritrovata in un vero e proprio incubo. Il rapporto difficile con il proprio corpo, la paura di diventare Regina, e quell’insicurezza che nasce dal vivere tutta la propria vita sotto i riflettori.

L’idea che un giorno sarò Regina non mi lascia mai in pace, anche se non sarà domani. Devo rimanere costantemente focalizzata sull’idea che quello sarà il mio lavoro alla fine“. Questo uno dei tarli che hanno corroso la mente della giovane Vittoria, fino a portarla nel baratro dell’anoressia. Dopo un’infanzia serena, durante gli studi universitari in Francia, qualcosa accade dentro di lei. La Principessa inizia a perdere peso sempre più velocemente e la moderna Svezia non insabbia nulla. Anzi, ufficializza la malattia di Vittoria e informa i sudditi sulle sue cure.

La Principessa cerca di condurre una vita tranquilla, inizia la gavetta lavorando come stagista all’ONU negli Stati Uniti, ma come lei stessa ricorda in un’intervista era impossibile essere qualcun altro, quel peso la inseguiva.

La guarigione della Principessa Vittoria è lenta e difficile. Quando riacquistava peso i giornali parlavano di bulimia, quando lo perdeva di anoressia. Pare che sia stato l’amore a salvarla, proprio quello per Daniel, ex militare, e proprietario di tre palestre. L’amore nasce nel 2002, ma la Principessa smentisce la storia per ben sei anni, per poter vivere questa relazione lontano dai riflettori.

Oggi la futura Regina è in prima linea con le associazioni che si occupano di contrastare la diffusione dei disordini alimentari fra le adolescenti. “Gli specialisti che si sono presi cura di me, negli anni tormentati dall’anoressia, mi hanno fornito gli strumenti per tenere a bada l’ansia” afferma Vittoria parlando dell’importanza di questi progetti.

La Principessa però mette in guardia, la ricaduta è sempre dietro l’angolo. “Pur arginandolo con successo, il disagio non smette mai di tenare di prendere il sopravvento“.

La Principessa Vittoria di Svezia nel 1997 (foto Getty Images)

Principessa Vittoria di Svezia: lo stile e i look

Lo stile glamour della Principessa Vittoria ha fatto sì che venisse ribattezzata la Kate Middleton di Svezia. I suoi look variano dall’androgino, grazia a maxi completi per gli eventi più formali, ad abiti da sera a mini dress più romantici. I colori preferiti dalla futura Regina sono il rosa e il cipria, e predilige le stampe primaverili e floreali.

La Principessa non disdegna abiti sfarzosi, per gli impegni reali a corte, sempre accompagnando il suo look regale con una tiara. Vittoria però non disdegna un comodo paio di jeans, spesso sotto una blusa e un blazer. I capelli sono quasi sempre raccolti, sfoggiando solitamente piccoli orecchini dalle forme più varie.  Non mancano le occasioni per ammirarla con il nationella dräkten, il costume tradizionale svedese.

Principessa Vittoria di Svezia (foto Getty Images)

Vittoria di Svezia: vita privata, figli e impegno umanitario

La Principessa Vittoria di Svezia ha cercato di restare sempre lontana dai riflettori, celando la sua vita privato quanto possibile. Non si conoscono le sue love story precedenti al marito Daniel Westling, ma c’è un particolare curioso che riguarda la loro storia d’amore. I due si conoscono nel 2002, iniziano a frequentarsi con grande riservatezza, ma vengono ben presto paparazzati. La Principessa però nega ufficialmente qualsiasi legame con l’ex militare, parlando solo di un amico. La loro relazione viene tenuta nascosta fino al 2008, per ben sei anni.

Solo nel 2009 viene annunciato il loro fidanzamento ufficiale. La coppia ha due bambini. La Principessa Estelle Silvia Ewa Mary, Duchessa di Östergötland, nasce il 23 febbraio 2012, ed è seconda in linea di successione, dopo sua madre. Il Principe Oscar Carl Olof, Duca di Scania, è nato il 2 marzo 2016.

Da sempre attiva in ambito umanitario, ha lavorato anche alle Nazioni Unite in vesta di Ambasciatrice della Svezia. Non si occupa solo delle associazioni che riguardano la lotta ai disturbi alimentari. Adempiendo al suo compito di futura Regina sostiene iniziative in campo sanitario, educativo, e socio politico. Molto attiva in era Covid-19, ha visitato personalmente con il Principe Daniel centri di primo soccorso e di volontariato.

Principessa Vittoria di Svezia (foto Getty Images)
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Vip