Spesso si ha necessità o volontà di dimagrire in poco tempo ma senza rischiare di far abbassare il metabolismo. Quest’ultimo, infatti, è importantissimo nel processo di dimagrimento (o per contro di accumulo del peso) poiché gioca un ruolo di primo piano. Quando si desidera perdere peso, infatti, si tenderà a privilegiare quei cibi e quelle abitudini che comportano un’accelerazione del metabolismo. Quando si ha necessità di accumulare peso (e sì, c’è anche chi ha necessità di mettere su qualche chilo), si tenderà invece a voler abbassare il metabolismo, ossia a farlo rallentare.

Qualche avvertenza

Dimagrire in poco tempo, facendo sì che il metabolismo non subisca rallentamenti, è spesso operazione che andrebbe eseguita grazie all’aiuto di uno specialista. E se per dimagrire in poco tempo si ritiene che possa bastare una dieta lampo, è bene sapere che quest’ultima spesso è più deleteria che positiva, ad esempio perché può essere molto squilibrata oppure perché dimagrire troppo in fretta potrebbe far riaccumulare altrettanto in fretta i chili persi. Quando si tratta di perdita di peso, soprattutto se importante o se sono presenti delle problematiche fisiche/psichiche delicate, il supporto di un medico specializzato è importante sia in termini di efficacia dei risultati raggiunti sia in termini di sicurezza di ciò che si sta facendo.

Come dimagrire in poco tempo senza abbassare il metabolismo

Partendo da una generica situazione in cui si ha necessità di perdere giusto qualche chilo in eccesso, per sbarazzarsene in breve tempo occorrono soprattutto alcune semplici regole da osservare. Prima di tutto occorre costanza, intesa come costanza nel seguire un regime alimentare forse più ristretto rispetto a quello cui si era abituate, nel praticare attività fisica che possa aiutare a dimagrire in modo più efficace e nel seguire uno stile di vita che sia sempre equilibrato e sano e che non sia, piuttosto, caratterizzato da periodi in cui ci si lascia molto andare e periodi in cui ci si riduce quasi alla fame.

Se si hanno forza di volontà, determinazione e costanza si è già a buon punto per proseguire e raggiungere il proprio obiettivo. Per perdere peso abbastanza in fretta (in una situazione di normalità) basta eliminare dal proprio regime alimentare tutti quei cibi dal cui consumo o abuso deriva un aumento di peso. Si tratta, più nello specifico, di alimenti grassi o molto zuccherosi, di cibi fritti, del cibo da fast food. Oppure basterebbe correggere alcune abitudini, come quella di condire gli alimenti con ingredienti grassi (burro al posto dell’olio di oliva ad esempio, ma anche esagerare troppo con l’olio non va bene) o di salarli molto.

Perdere peso in poco tempo non significa non mangiare: significa invece mangiare poco e spesso, in modo tale che non venga mai avvertito il senso di fame e che non si inizi a provare frustrazione. Perdere peso velocemente significa anche privilegiare tutti quei cibi che permettono al metabolismo di non abbassarsi. Qualche esempio? I broccoli, i cereali integrali, il tè verde, le mele, il peperoncino, gli agrumi e alcuni tipi di frutta secca come le mandorle. Chi desidera favorire il calo di peso liberandosi dei liquidi in eccesso accumulati dall’organismo, oltre alla dieta e all’esercizio fisico, può aiutarsi bevendo proprio molti liquidi e favorendo in questo modo la diuresi (un consiglio che vale comunque per chiunque, non soltanto per chi ha della ritenzione idrica).