Con il primo tepore e l’estate alle porte, una dieta di primavera è proprio quello che ci vuole per iniziare a tornare in forma e per affrontare la prova costume che molte di noi temono più di una sciagura. Perdere qualche chilo e tonificare il nostro corpo non è poi così difficile: dobbiamo porci degli obbiettivi concreti e non impossibili, essere costanti e soprattutto avere molta buona volontà.

La dieta di primavera da seguire per ritrovare la nostra forma fisica – messa a dura prova dai lunghi mesi invernali in cui abbiamo mangiato cibi probabilmente più calorici e abbiamo praticato forse meno sport – è piuttosto semplice da seguire perché in fondo si tratta di mettere in pratica alcune regole di base che dovrebbero essere sempre fondamentali per il nostro stile di vita e per la nostra alimentazione.

Dieta di primavera: i cibi da privilegiare

Ogni dieta di primavera che si rispetti dovrebbe consentirci di ritrovare la nostra perfetta forma fisica buttando giù i chiletti di troppo accumulati nel corso dell’inverno, quando tendiamo a mangiare cibi maggiormente calorici. L’arrivo della primavera ci consente dunque di tornare sull’attenti, di favorire un’alimentazione più sana ed equilibrata e di depurarci.

Quali sono, dunque, i cibi da preferire per la dieta di primavera? Certamente la frutta di stagione e le verdure fresche, che non dovrebbero mai mancare durante i nostri pasti e che sono perfette per fare il carico di vitamine e sali minerali (perfetti quando fa più caldo e abbiamo necessità di idratarci e recuperare i sali minerali), per sentirci meno stanche e per rigenerarci del tutto.

Colazione

A colazione possiamo mangiare cereali, frutta, marmellata, yogurt, miele, biscotti secchi e bere tè o succhi di frutta (meglio se preparati in casa, evitando quelli troppo zuccherati che si possono trovare in commercio).

Pranzo e cena

Per quanto riguarda i pasti principali come il pranzo e la cena, oltre a verdura e frutta possiamo mangiare riso, carni bianche, pesce alla griglia, formaggi freschi (evitare quelli stagionati o troppo grassi), bresaola, legumi. I carboidrati (come quelli che contengono pasta o altri farinacei) andrebbero evitati nelle ore serali e comunque limitati, dato che tendono a fermentare nell’organismo e a dare senso di gonfiore.

Spuntini

Se siamo abituate a fare spuntini a metà mattina o nel pomeriggio – o se vogliamo comunque evitare il senso di fame – possiamo mangiare yogurt, un frutto, della frutta secca o un paio di biscotti secchi.

Scontato – anche se è meglio ribadirlo – sottolineare come un’alimentazione sana ed equilibrata debba essere accompagnata anche da costante attività fisica. Basta anche una camminata di mezz’ora o un’ora al giorno, a passo spedito, per sentirsi già molto meglio e per ottenere risultati più efficaci grazie alla nostra dieta di primavera.