In molti paesi lunedì 1° maggio 2017 si celebra la Festa del Lavoro, ma negli Stati Uniti e nel mondo del fashion c’è fervore in quanto il primo lunedì di maggio si attende il Met Gala 2017: vediamo allora tema, date, cos’è questo evento, abiti, stilisti, ospiti e come vedere lo streaming per non perdere nemmeno un minuto di questo appuntamento glamour che raduna in una sola sera i vip e i personaggi più importanti non solo della moda ma anche dello spettacolo e della politica.

Cos’è il Met Gala 2017

Il Met Gala è il party più importante per il mondo della moda. Si tratta in realtà di una raccolta fondi per il Costume Institute del Met (Metropolitan Museum of Art di New York), un evento che è la principale fonte di finanziamento per le sue attività, per la realizzazione di mostre, pubblicazioni, acquisizioni, e di un’occasione per presentare la mostra di primavera dell’Istituto.

Per trovare le origini dell’evento americano più glamour bisogna guardare molto indietro nel passato. Tra il 1948 e il 1971, il Met Gala era una cena di beneficenza che vedeva protagonista l’alta società newyorkese presso il Waldorf Astoria o il ristorante Rainbow Room. L’ex guida di Vogue Diana Vreeland nel 1972 si unisce all’Istituto come consulente e porta nuova linfa sia per le mostre (che diventano ambiziose e pubblicizzate) sia per il Gala che le lancia, invitando alla serata stilisti e celebrities.

Anna Wintour, attuale direttrice di Vogue e a capo dell’organizzazione che si occupa del Gala, ha saputo alimentare l’attenzione verso l’evento reclutando ospiti, padrini e madrine del calibro di Beyoncé, Taylor Swift, Sarah Jessica Parker e Tom Brady e invitando tutti i vip che contano, da Lil Kim a Kim Kardashian.

Galleria di immagini: Met Gala 2016, gli abiti più belli sul red carpet

Met Gala 2017: date

La tradizione di tenere il Met Gala il primo lunedì di maggio è abbastanza recente, risale infatti al 2005. Dal 2001 al 2004 l’evento si è tenuto a fine aprile, mentre in precedenza tra la fine di novembre o l’inizio di dicembre. Il Met Gala 2017 si tiene appunto il 1° maggio: nessun problema con la festività, visto che negli Stati Uniti la Festa del Lavoro cade il 1° lunedì di settembre.

La mostra legata al Met Gala 2017, “Rei Kawakubo / Comme des Garçons: Art of the In-Between”, apre al pubblico il 4 maggio e termina il 4 settembre 2017 presso il Met Fifth Avenue.

Met Gala 2017: tema

Da quando il Met Gala è associato alla mostra di primavera del Met, solitamente questa diviene anche il tema della serata, influenzando tutti i dettagli, dress code compreso.

Lo scorso anno l’esposizione “Manus x Machina: Fashion in an Age of Technology” ha portato argento, metalli e abiti futuristici sul red carpet, mentre nel 2016 la mostra “Cina: attraverso lo specchio” ha ispirato molti look orientali.

Il tema del Met Gala 2017 è legato alla mostra “Rei Kawakubo / Comme des Garçons: Art of the In-Between”, un percorso sul lavoro della stilista giapponese Rei Kawakubo, conosciuta per il suo design avanguardistico e la capacità di sfidare le nozioni tradizionali di bellezza e buon gusto che ha rivoluzionato negli anni Settanta la moda europea. In esposizione circa 150 pezzi di abbigliamento da donna ideati da Kawakubo per il suo brand, Comme des Garçons, dagli inizi degli anni ’80 alla sua collezione più recente.

Met Gala 2017: abiti

La maggior parte dell’attesa per il Met Gala è dovuta ai vip e ai loro abiti che seguono il tema della serata. E se lo scorso anno sono state promosse Rita Ora, Blake Lively (sebbene fuori tema) e Lupita Nyong’o, è impossibile dimenticare i flop del 2016, con l’abito-frittata di Rihanna e quello in pizzo trasparente di Madonna con seno e lato B scoperti, che non lasciava spazio all’immaginazione con un raro cattivo gusto.

Galleria di immagini: Met Gala 2017, foto dei look

Ispirarsi a Rei Kawakubo, al suo design avanguardistico, ai look surreali, alle scelte rivoluzionarie non sarà semplice, e potrebbe portare a risultati strabilianti come a outfit da dimenticare, peggiori anche dei peggiori look di un “normale” red carpet come quello degli Oscar.

Met Gala 2017: stilisti

Al Met Gala gli stilisti sono sempre protagonisti, non solo per le mostre che li raccontano, ma anche grazie agli abiti sul red carpet, spesso creati appositamente per l’occasione dai più grandi designer del panorama internazionale.

Grande attesa, naturalmente, per la protagonista della serata, Rei Kawakubo, seconda stilista vivente, dopo Yves Saint Laurent nel 1983, a cui viene dedicata una rassegna presso il Met.

Lo scorso anno sul red carpet si è visto molto Louis Vuitton, compreso il mini abito in pelle di serpente argentata di Taylor Swift, e poi non sono mancati abiti Chanel (come per Anna Wintour), Marchesa (Poppy Delevingne), Olivier Rousteing (Cindy Crawford), Vera Wang (Rita Ora), Tommy Hilfiger (Gigi Hadid), Balmain (Kylie Jenner), Versace (Kendall Jenner e Zayn Malik). Come se la caveranno quest’anno gli stilisti con un tema tanto particolare? Lo scopriremo presto.

Met Gala 2017: gli ospiti attesi

A fare gli onori di casa, oltre all’immancabile Anna Wintour, ci saranno Katy Perry e Pharrell Williams – che ha lanciato una fragranza in collaborazione con Comme des Garçons nel 2014. Non mancherà, naturalmente, la Kawakubo. Ci sono buone possibilità di avvistare, tra gli ospiti, habitué come Blake Lively, Taylor Swift, Nicole Kidman, Kim Kardashian e Kanye West, Beyoncé e Jay-Z, Sarah Jessica Parker, Emma Watson e Gigi Hadid.

Come vedere in streaming il Met Gala 2017

Se non volete perdere lo spettacolo del Met Gala 2017, sappiate che grazie alla diretta streaming su Facebook predisposta dal profilo di Vogue è possibile seguire da vicino il red carpet ea 360°.