La bellezza della pelle, talvolta, può risultare compromessa a causa di uno degli elementi più piccoli che vi siano: i pori. Sono moltissime le donne in lotta quotidiana con i pori dilatati che, a volte, sono così grandi da apparire come piccole macchie che deturpano la pelle del viso. Come preservarne la bellezza, come ridurre quegli odiosi “buchini” e dare all’epidermide quella compattezza che tanto si cerca?

=> Scopri come mantenere idratata la pelle

In primo luogo, occorre sapere che la cosmesi e il make-up non possono fare miracoli: la dilatazione dei pori, infatti, dipende in massima parte da fattori genetici e dal tipo di pelle che si ha; per esempio, se la mamma tende ad avere pori molto larghi, allora anche i figli avranno la stessa costituzione. Inoltre, molto dipende dal colore e dalla composizione della pelle: su una pelle chiara i pori dilatati saranno subito evidenti, mentre su una pelle scura molto meno. Una pelle secca – sia chiara che scura – non presenterà pori dilatati molto visibili, mentre su una pelle grassa il problema sarà immediatamente evidente.

A caratteristiche fisiche di questo tipo, si aggiungono altri fattori che conducono alla dilatazione dei pori con conseguente comparsa della macchia nera: l’uso di make-up pesanti o molto grassi, la mancanza di pulizia o una pulizia poco accurata, l’abitudine a stuzzicare i brufoli e i punti neri sono tutti fattori che possono condurre alla dilatazione dei pori in maniera permanente.

Che fare, quindi? In primo luogo, basta sapere che certe leggende, come l’uso del ghiaccio per restringere i pori, sono false, soprattutto alla luce di quanto detto sinora. In secondo luogo, si deve iniziare il trattamento utilizzando make-up non grassi, che non contengono olio di vaselina e minerali, e pulendo il trucco molto bene: la sera, prima di coricarsi, si dovrebbe anche lavare il viso in maniera approfondita, in modo tale da non favorire il deposito di sporcizia nei pori.

Esfoliare è un’operazione cruciale nella cura dei pori. Infatti, esfoliando si tolgono le cellule morte e la sporcizia dai pori dilatati: meglio prodotti che contengono retinolo e enzimi di frutta. Si può anche optare per alcune maschere, specie se i pori, oltre che dilatati, tendono a gonfiarsi e a mutare in brufoli. Una maschera che contiene acido salicilico permetterà di eliminare il sebo in eccesso che esce fuori dai pori non appena si fa pressione sulla pelle.

Se il problema persiste, si può optare per soluzioni più aggressive: in tal caso, però, se l’esfoliazione diventa una cura, occorre farsi consigliare e seguire da un dermatologo. Ultimamente, molte donne scelgono il laser non ablativo: la seduta dura venti minuti e mira alla ricostituzione del collagene, cosa che restringe i pori.

Fonte: RealSimple