Per mantenere la forma ed evitare cibi troppo calorici spesso si ricorre alle insalate. Ideali per i pranzi fuori casa, dall’aspetto sano e invitante garantiscono il giusto apporto calorico e vitaminico giornaliero. Come sempre, è giusto affidarci a piatti unici che siano equilibrati, ben bilanciati e poveri di grassi. Per questo scegliendo un’insalata si deve preferire una combinazione di alimenti che nutrano senza appesantire, perché molto spesso vi si nascondo calorie nemiche della dieta.

È importane stabilire la giusta unione di ingredienti, ad esempio un’insalata di lattuga, pollo e pancetta condita con senape risulterebbe troppo calorica e grassa; non idonea per la pausa di mezzogiorno, si rischierebbe di trascorrere il resto del pomeriggio a litigare con il peso sullo stomaco. Il discorso vale anche per un’insalata a base di chili con un apporto calorico di 1400 kcal, tantissimo per un pranzo.

Galleria di immagini: Insalate

Se amate la cucina orientale, preferite quella giapponese che potrà offrirvi, oltre al più rinomato sushi, una vasta scelta di insalate leggere combinate con pesce crudo e alghe oltre a gustose zuppe. Ma se avete una passione per la cucina cinese, evitate piatti troppo elaborati, ad esempio un’insalata di pollo, verdura e mandorle potrebbe superare le 1400 kcal. Il problema è da ricercare nel condimento e nel pollo, che è fritto e unto. Piuttosto richiedete pollo o pesce alla griglia da unire alla verdura senza l’aggiunta di soia o altri {#condimenti}.

Tra le insalate più amate oltreoceano, che hanno trovato seguito anche qui da noi, c’è la famosa Caesar’s salad: pollo, crostini, insalata, formaggio e condimento la rendono ricca di grassi e una vera bomba calorica. Ben 1500 kcal ammazza dieta. Alleggeritela sostituendo il pollo con il pesce o il seitan, il formaggio con il tofu e una salsa leggera a base di olio Evo, spezie e limone.

Ciò che ingrassa fondamentalmente è il condimento, in particolare se l’insalatona si ispira alla cucina americana troppo ricca per le nostre abitudini. Nella terra della cucina mediterranea l’obiettivo principale è sedersi davanti a un piatto che mescoli cibi della nostra terra, in modo sapiente e corretto. Via libera alla verdura e alla frutta secca, con l’aggiunta di mele e condita con poco olio Evo e limone.

Oppure potete scegliere insalate di pasta integrale insaporite con formaggi light, magari di capra, spezie e crostini. Per non parlare delle insalate di verdura e orzo, oppure del sempre gustoso cous cous da abbinare a verdure calde magari grigliate e spezie. Come sempre non esagerare è il motto principale, unendo proteine, verdure e cereali nel modo giusto per non appesantire la digestione e il girovita.

Fonte: Shape.