Praticare spinning può causare mal di testa. Lo sostiene uno studio condotto dal Dipartimento di Medicina dello sport del Saint Lucas Andreas Hospital di Amsterdam e dal Meander Medical Centre di Amersfoort.

Sappiamo che lo spinning si basa sull’uso di una bicicletta fissa che simula tutti i possibili movimenti di una bicicletta reale, con tanto di marce capaci di modularsi su una diversa intensità dalla pianura alla salita e di permettere un esercizio mirato sulle gambe e sui glutei.

=>LEGGI quali sono i rischi per chi fa attività fisica in bicicletta

Questo tipo di allenamento viene praticato da persone di ogni età ed è sempre più diffuso in tutte le palestre. Però sembra che possa fa insorgere qualche problema, come la fastidiosa cefalea da sforzo.

Sembra proprio che lo sforzo intenso e prolungato dei muscoli possa tradursi in un fastidioso mal di testa, tanto che secondo questa ricerca, su 4 mila ciclisti analizzati, ne avrebbe sofferto il 45%, di cui il 37% almeno una volta al mese e il 10% ogni settimana. Le donne sarebbero più soggette all’insorgenza di cefalea, ma questo dato sarebbe compatibile con il fatto che normalmente, al di là che siano cicliste o meno, le donne soffrono di mal di testa il doppio degli uomini.

=>LEGGI anche: cosa fare contro il mal di testa

Occorre precisare però che la cefalea da sforzo non compare solo nei ciclisti, ma colpisce ben il 26% della popolazione presentandosi all’improvviso e a forte intensità, sia che gli sforzi siano effettuati in palestra che al lavoro che in qualsiasi altra attività quotidiana. Ecco perché non si deve sottovalutare il problema, che nei casi più estremi può portare confusione e addirittura svenimento.

Anche se questo tipo di mal di testa non provoca altre malattie, si tratta comunque di un disturbo molto fastidioso e a volte invalidante, ecco perché in presenza di frequenti cefalee soprattutto dopo aver praticato uno sport, occorre prendersi qualche giorno di riposo e sottoporsi ad una visita medica per accertarne la reale causa.

=>LEGGI anche: cefalea in aumento, prevenzione e terapie da Agenas

Qualora proprio non si volesse rinunciare all’attività fisica, preferire quella all’aria aperta che grazie alla maggiore ossigenazione previene la comparsa del mal di testa e dona un immediato senso di benessere.

Fonte: WellMe