La cura del limone unisce le proprietà dell’agrume a una dieta sana ed equilibrata.

Il limone è un frutto dalle molteplici caratteristiche, di cui il fisico può beneficiare tutto l’anno, grazie alla natura sempreverde dell’albero. Il limone è innanzitutto depurativo: assumerlo al mattino, a digiuno, aiuta a drenare i liquidi, a eliminare le tossine, a disinfettare stomaco e intestino e a regolare il transito intestinale. Inoltre, il limone sembrerebbe anche in grado di combattere la cellulite.

I suoi benefici non finiscono qui: ricco di vitamina C, specie se fresco, il limone permette di difendersi dai raffreddori e dalle influenze stagionali. Fare i gargarismi aiuta a combattere i mal di gola più ostici in maniera naturale. Questo speciale agrume non solo aumenta le difese immunitarie, ma aiuta a prevenire alcune malattie, come l’arteriosclerosi, e a distruggere i calcoli della cistifellea.

Probabilmente, la novità che molti ignorano è quella riguardante le proprietà dimagranti del limone: la dieta del limone aiuta a perdere peso in poche settimane, pur mangiando tutto; si tratta di una dieta che non priva l’organismo dei nutrimenti di cui ha bisogno e che permette, allo stesso tempo, di beneficiare anche di una cura depurante, disintossicante e in grado di aiutare il fisico sotto molteplici aspetti, come sopra sottolineato. Tuttavia, se si hanno particolari problemi, è sempre bene sentire il medico prima di intraprendere tale dieta.

La cura del limone è molto semplice: ogni mattina, a digiuno, prima di fare colazione, occorre bere un bicchiere di limonata, mescolata ad acqua a temperatura ambiente. Il primo giorno di dieta, bisogna bere l’equivalente del succo di un solo limone. Il secondo giorno di due limoni, il terzo giorno di tre e così via, fino a che non si arriva a quindici giorni corrispondenti al succo di quindici limoni. Dopodiché si invertono le proporzioni, quattordici, tredici, dodici limoni, fino ad arrivare al succo di un limone durante il trentesimo giorno di cura. In ogni caso, anziché bere la spremuta di quindici limoni tutti al mattino, si può dividere il succo durante la giornata, arrivando ad almeno tre bicchieri al giorno di limonata.

La cura del limone, però, deve essere supportata da un’alimentazione sana, completa e che rinforzi il potere drenante, disintossicante e depurante del limone. Pertanto, nel corso della giornata, tra colazione, pranzo, cena e spuntini, occorre bere moltissima acqua e mangiare altri cibi in grado di depurare e disintossicare. Via libera alla frutta, da consumare preferibilmente al mattino, e alle verdure, da accompagnare allo spuntino di metà mattina e alla merenda.

Non bisogna lesinare neppure sui legumi, meglio se mangiati a pranzo in insalata o zuppa, e su carne bianca e pesce, da consumare durante il pasto serale. Due volte a settimana è possibile mangiare uova e, ovviamente, non possono mancare i carboidrati: pasta e pizza dovranno essere ridotte per quantità, ma andranno accompagnate a verdure fresche e a pesce.