Patrimonio incommensurabile, fatto di abiti Chanel di incommensurabile bellezza, quello lascito da Karl Lagerfeld che con la morte, avvenuta il 19 febbraio 2019, ha lasciato un vuoto di cui a fatica si intravede la fine.

La sua ultima collezione Haute Couture è quella andata in passerella al Grand Palais il 22 gennaio, con la sfilata Primavera-Estate 2019, mentre il 5 marzo è la volta della prima collezione postuma, la prêt-à-porter Autunno-Inverno 2019/2020, affidata alla sua storica collaboratrice, Virginie Viard.

Ispirazioni caleidoscopiche, infinita reinterpretazione dei codici classici della griffe, una costante variazione del tema per rendere Chanel al passo coi tempi senza mai tradirne il patrimonio sono alcune delle cifre stilistiche che hanno caratterizzato i 36 anni di Karl Lagerfeld al timone della storia maison.

Ecco 10 celebri abiti Chanel disegnati da Kaiser Karl.

  1. Chanel Haute Couture Primavera-Estate 1987. La collezione sfila all’École des Beaux Arts. In fondo alla passerella una statua di Ines de la Fressange atteggiata come La libertà che guida il popolo tiene in una mano una borsa Chanel e nell’altra una camelia. Gli abiti sono nuvole di tulle a forma di pouf.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Ines de la Fressange alla Chanel Haute Couture Spring Summer 1987 (Photo by Daniel SIMON/Gamma-Rapho via Getty Images)
  2. Chanel Haute Couture Autunno-Inverno 1987/1988. Ispirandosi ad Atye, composta nel XVII secolo da Jean Bapstiste Lully (e messa in scena nel 1987 all’Opéra Royal di Versailles), Lagerfeld crea una delle più opulente collezioni di haute couture, arricchita dai lussuosi ricami della maison Lesage. Per la sera propone abiti con metre di lussuoso tessuto drappeggiato all’altezza dei fianchi.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Inès de La Fressange alla Chanel Haute Couture Fall/Winter 1987/1988 (Photo by Daniel SIMON/Gamma-Rapho via Getty Images)
  3. Chanel Haute Couture Primavera-Estate 1991. Lussuosa collezione che lascia spazio a seta, tulle, perle e bijoux. Le gonne staccabili ispirano gonne-grembiule d’organza, con volant di nastri rosa shocking battezzate da Lagerfeld kilt volanti.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Linda Evangelista alla Chanel Haute Couture Spring/Summer 1990-1991 (Photo by Victor VIRGILE/Gamma-Rapho via Getty Images)
  4. Chanel Haute Couture Primavera-Estate 1992. Collezione che sconvolge i codici della maison, con gonne che si fermano sotto il ginocchio e di declinano in versioni attillate  battezzate gonne distrutte, gonne asimmetriche in organza tagliuzzata, ispirate a Pleasure of Ruins di Rose Macaulay.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Tatjana Patitz alla Chanel Haute Couture Spring/Summer 1992-1993 (Photo by Victor VIRGILE/Gamma-Rapho via Getty Images)
  5. Chanel Haute Couture Autunno-Inverno 1992/1993. Gli anni ’30 incontrano gli anni ’70 nelle uscite della sfilata in cui i i colori esplodono sulle parrucche laccate dipinte a mano. La silhouette resta semplice, i tailleur si fanno di velluto, decorati, ricamati o con applicazioni in patchwork.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Linda Evangelista alla Chanel Haute couture Fall/Winter 1992-1993 (Photo by Pool ARNAL-PICOT/Gamma-Rapho via Getty Images)
  6. Chanel Haute Couture Primavera-Estate 1993. Collezione evocante fatta di lusso casual senza ostentazioni. Negli abiti da sera compaiono corpetti a stecche di balena e lunghi grembiuli di dorature.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Claudia Schiffer alla Chanel Haute Couture Spring/Summer 1993-1994 (Photo by Victor VIRGILE/Gamma-Rapho via Getty Images)
  7. Chanel Haute Couture Primavera-Estate 1994. Piglio surrealista per una collezione che propone copricapo di piume che avvolgono il capo della modelle. Gli abiti di seta stile Impero a vita alta tagliati in tessuti morbidi e sottili mescolano alla mussola di seta corpetti strutturati su vestiti drappeggiati.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Claudia Schiffer alla Chanel Haute Couture Spring Summer 1994 (Photo by Daniel SIMON/Gamma-Rapho via Getty Images)
  8. Chanel Primavera-Estate 2014. Nel Cambon Club, il night club di un’altra galassia, le indossatrici indossano sneaker haute couture create da Massaro con abiti da sera leggeri e trasparenti di mussola di seta, pizzo e tulle ricamati da lustrini e guarniti di piume ed elementi metallici.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Cara Delevingne alla Chanel Haute-Couture Spring/Summer 2014 (Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)
  9. Chanel Primavera-Estate 2017. Atmosfera Art Déco, con specchi, divani beige e un grande caleidoscopio al centro della passerella, in cui Karl Lagerfeld dimostra un’ossessione per le cinture. Per gli abiti da sera, sceglie tessuti nobili come organza, tulle, jacquard, radzimir e raso duchessa. Per il finale, un abito da sposa composto da balze diafane in organza rosa pallido.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Lily-Rose Depp alla Chanel Spring Summer 2017 (Photo by Victor VIRGILE/Gamma-Rapho via Getty Images)
  10. Chanel Primavera-Estate 2018.  Silhouette scultoree e ricami floreali in primo piano. Proposte per la sera dai colori pastello con perline cucite a mano e piume, da abbinare a sivaletti alla caviglia con zeppa scolpita in perspex.

    Abito Chanel disegnato da Karl Lagerfeld
    Kaia Gerber alla Chanel Spring Summer 2018 (Photo by Peter White/Getty Images)