Andreas Muller nudo su Instagram ma arriva la censura, era successo anche a Mahmood e Blanco?

Il ballerino, vincitore della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi, si è lamentato pubblicamente per la rimozione dal social network dei suoi contenuti. La stessa cosa era successa anche a Vanity Fair, che nel numero di marzo 2022 aveva scelto come protagonisti della cover i vincitori di Sanremo.

Pubblicato il 3 giugno 2022

Nel giorno del suo compleanno, il 2 giugno 2022, Andreas Muller ha condiviso una foto di lui nudo su Instagram. Il social, tuttavia, ha deciso di oscurare il contenuto al ballerino vincitore della sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi. Uno scatto in bianco e nero senza vestiti, che violava “le linee guida in materia di adescamento per adulti”. Muller non è stato contento della censura e ha provato a pubblicare nuovamente l’immagine, ottenendo tuttavia il medesimo risultato.

Il ballerino si è quindi lamentato pubblicamente: ha condiviso la fotografia di Blanco e Mahmood – la famosa cover di Vanity Fair con le colombe – chiedendosi quale fosse la differenza con il suo scatto. “Adesso spiegatemi la differenza tra questa foto e la mia. […] Anche rimossa dalle storie! Ma quella di prima no, di Blanco e Mahmood no! Ma dai raga“, ha scritto indignato sul social network.

In effetti sui profili dei cantanti la foto è ancora visibile, ma in realtà la stessa cosa era successa anche a loro; ne avevamo parlato qui.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Mahmood (@mahmood)

Vanity Fair aveva scelto i cantanti di Brividi come protagoinsti della copertina del numero di marzo 2022, dedicando ai due fenomeni del momento una lunga intervista e lasciando che ad occuparsi dello scatto fossero i fotografi professionisti Luigi & Iango. Il 22 febbraio era così apparso sui social del magazine lo scatto, dove si vedevano i vincitori di Sanremo nudi, mentre si coprivano i genitali con le mani. Ma Instagram aveva prontamente provveduto a rimuovere il contenuto, perché violava le linee guida “in materia di atti sessuali“.

La rivista commentando la vicenda aveva affermato:

Quello che l’algoritmo di Instagram ignora, però, è che il nudo non è solo un’espressione volgare del corpo, ma anche un mezzo capace di veicolare un messaggio importante come, nel caso della nostra copertina con Mahmood e Blanco, la libertà di spogliarsi dalle etichette e vivere liberi, rinfrancati, appagati“.

Seguici anche su Google News!