Bottega Veneta e Venetian Heritage insieme per restaurare la Basilica di San Marco a Venezia

La Maison di moda e l'organizzazione no profit ripareranno i danni causati dall'alluvione nella Basilica.

News

Gli ingenti danni al patrimonio artistico della città di Venezia, causati dall’alluvione e dall’acqua alta da record, hanno spinto Bottega Veneta e l’organizzazione internazionale no profit Venetian Heritage a scendere in campo e a collaborare per il restauro della Basilica di San Marco a Venezia.

Grazie alla donazione del 30% della vendita di 4 stili di borse Bottega Veneta sarà possibile restaurare e quindi riportare al loro originario splendore i preziosi mosaici pavimentali e i marmi policromi parietali della Basilica. In particolare, l’iniziativa della Maison vicentina riguarderà tutti i modelli BV Classic, Marie, BV Angle e Arco che saranno venduti nelle boutique italiane e sull’e-commerce ufficiale italiano dal 29 novembre al 29 dicembre.

Bottega Veneta è nata a Vicenza nel 1966. Oggi fa parte del Gruppo Kering, che nel 2018 ha nominato Daniel Lee come direttore creativo, e non ha mai perso il forte legame con le sue origini: “L’identità di Bottega Veneta è fortemente legata alla storia della regione Veneto. Venezia rappresenta la quintessenza dell’heritage di questo territorio e ci impegniamo a garantire il futuro di uno dei suoi simboli più rappresentativi” ha  dichiarato Leo Rongone, Chief Executive Officer di Bottega Veneta.

La Fondazione Venetian Heritage, con sedi a New York e Venezia,  è impegnata da 20 anni nel restauro del patrimonio artistico di Venezia e nel corso degli anni ha potuto contare sul sostegno di membri onorari come Jude Law e Tilda Swinton, James Ivory e Wes Anderson, Sir Anish Kapoor e Christian Louboutin, Diane von Furstenberg e Peter Marino.