Come scegliere lo smalto adatto

La guida con i consigli della redazione per imparare quale nuance valorizza al meglio la manicure a seconda della forma delle unghie, della carnagione e dell'occasione

Pubblicato il 5 marzo 2020

Come scegliere lo smalto adatto? Sono diversi i fattori da prendere in considerazione per optare per un colore di unghie o un finish matte, metallizzato, lucido, glitter, perlato.

Per scegliere la nuance migliore è necessario tenere a mente cosa valorizza al meglio la forma delle mani e la lunghezza delle unghie, nonché il proprio outfit.

Lo smalto adatto, infatti, può fare molto per correggere qualche piccola imperfezione, come le dita non molto affusolate e le unghie corte. Vediamo qualche consiglio per scegliere lo smalto adatto.

  • I colori di smalto chiari e luminosi tendono a ingrandire, mentre quelli più scuri a rimpicciolire;
  • Le finiture più luminose come il metal, glitter e perlato sono senza dubbio le più indicate per chi ha esigenza di ingrandire le unghie e suggerire l’effetto allungamento;
  • Chi ha unghie corte dovrebbe optare per tinte come i colori pastello e quelli vivaci e pop. I colori scuri dovrebbero essere scelti in finish metal e glitter, evitando la versione mat;
  • Chi ha unghie lunghe e dita affusolate può sbizzarrirsi con il grigio chiaro, il bianco perlato e il nude;
  • Via libera per tutti con il rosso soprattutto nelle versioni lucide e metal e nelle sue tonalità più chiare e luminose;
  • Per quanto riguarda i nude, meglio scegliere lo smalto adatto per assonanza e non per contrasto. Meglio quindi una tonalità chiara su pelle chiara, tonalità scura su pelle scura;
  • È inoltre consigliabile optare per colori caldi e luminosi su carnagioni dal sottotono caldo e tinte più fredde e opache per le pelli dal sottotono freddo;
  • Largo ai verdi caldi, ruggine, marrone, bordeaux, fango e oro per le carnagioni dal sottotono caldo, mentre risultano perfetti rosso, blu, nero, grigio, viola e argento per chi ha un sottotono freddo;
  • Per conoscere il proprio sottotono basta guardarsi le vene: se sono bluastre vuol dire che il sottotono è freddo, se tendono al verde è caldo. Se il colore delle vene non è così nitido, il trucco è mettere vicino al viso un foglio oro, che sposa i toni caldi, e uno argento, che sta bene a chi ha un sottotono freddo: a quel punto sarà lampante;
  • A chi ha il sottotono freddo si consigliano colori con una punta di blu, quindi i rosa freddi come il quarzo e i beige con sottotono rosa e viola (no il marrone);
  • Per chi invece ha un sottotono caldo sono ideali tutte quelle sfumature con un tocco di giallo dentro, come caramello, pesca, salmone e cipria. Sulla pelle molto scura invece, il consiglio è evitare i nude tendenti al grigio;
  • Esistono degli evergreen da sfoggiare in qualsiasi occasione e con ogni outfit: rosso, nude, nero e bordeaux. Anche il blu e il grigio possono essere considerati dei colori che non passano mai di moda;
  • Uno smalto glitter può essere tranquillamente sfoggiato di giorno e in ufficio, se abbinato a un look casual e non troppo impegnativo;
  • Allo stesso modo, tinte pop ed eccentriche possono rendere un outfit semplice e sobrio decisamente più originale e di carattere;
  • Se il look è molto carico e vistoso, meglio scegliere uno smalto classico o dai colori tenui, oppure l’intramontabile rosso.
Seguici anche su Google News!

Storia

  • Nail Art

Credits foto:

  • Smalto | iStock