Fedez a cena con Mark Hoppus dei Blink 182: "Ho pianto come un bambino"

Il rapper ha coronato un suo sogno e ora è felice come non mai mentre racconta della sua serata speciale passata in compagnia di uno dei suoi idoli di sempre, il leader della band statunitense. Dalle storie del suo profilo Instagram, ha spiegato ai suoi follower come è avvenuto l'incontro all'ombra del Duomo e come ha conosciuto il bassista.

Pubblicato il 20 maggio 2022
News

Fedez è felice come un bambino mentre racconta della sua serata speciale passata in compagnia di uno dei suoi idoli di sempre, il leader del Blink 182 Mark Hoppus.

Dalle storie del suo profilo Instagram, ha spiegato ai suoi follower come è avvenuto l’incontro all’ombra del Duomo e come ha conosciuto il cantante.

“Chi mi conosce, sa quanto sono fan della band”, ha detto sottolineando quando questo gruppo sia stato importante nella sua crescita: “Come se fossero delle persone che mi hanno cresciuto senza saperlo”.

Fedez ha anche spiegato come si è messo in contatto con il suo idolo, e per farlo è tornato con la mente a quanto ha saputo di avere un cancro al pancreas, a marzo 2022:

“Ci siamo scritti da quando ho scoperto di avere il tumore, visto che anche lui ha avuto un’esperienza simile. Poi dal giorno prima della mia operazione ci siamo ancora scritti e oggi ci siamo visti a cena”.

Proprio pensando al periodo buio appena trascorso, il rapper milanese ha voluto sottolineare l’importanza di questa cena con Mark Hoppus: “La vita a volte di riserva delle soprese di mer*a e altre volte invece ti stupisce e per questo credo valga la pena viverla appieno”.

Fedez ha anche avuto un regalo speciale dal Hoppus:

“Lui mi ha voluto donare una spilla che hanno solo lui, Tom DeLonge e Travis Barker. Mi ha regalato la sua e vi confesso che ho pianto come un bambino”.

Il 31 marzo, giorno delle sue dimissioni dal San Raffaele, aveva mostrato sui social anche una chat privata con il leader dei Blink 182: mentre gli spiegava il tipo di intervento a cui si sarebbe dovuto sottoporre, gli aveva mostrato il suo portafortuna, una copia autografata dell’album Enema of the state.

Seguici anche su Google News!