Ferragni e Fedez: pronta la terapia intensiva allestita con la raccolta fondi

In dieci giorni sono stati raccolti 4milioni e 300mila euro; la coppia aveva dato il via alle donazione con 100mila euro.

Pubblicato il 19 marzo 2020

Sarà stata sicuramente un misto di orgoglio, soddisfazione e commozione la sensazione che Fedez e Chiara Ferragni avranno provato quando è stata comunicata loro la notizia del completamento del nuovo reparto di terapia intensiva, reso possibile grazie alla raccolta fondi istituita dalla coppia.

A diffondere l’importante e atteso aggiornamento è stato Fedez, che ha pubblicato un tweet in cui si vedono le prime immagini della sezione del San Raffaele di Milano. Il cantante ha voluto ringraziare tutti coloro che con una donazione hanno contribuito a portare avanti la lotta al Coronavirus e a salvare decine e decine di vite: “Venerdì 20 marzo sarà pronta per il collaudo la nuova terapia intensiva ad alta tecnologia costruita da zero in 12 giorni. Grazie a tutti voi“.

Le operazioni sono state completate in pochissimo tempo, con una velocità paragonabile a quella con cui si è proceduto anche a Wuahn, in Cina. Il nuovo reparto, dove verranno accolti tutti i casi più gravi di COVID-19, è allestito all’interno delle tensostrutture sportive della struttura dell’Università Vita-Salute San Raffaele. I letti che ospiteranno i pazienti sono arrivati e si prevede che il reparto possa essere operativo entro breve.

In tantissimi follower hanno ringraziato la coppia per l’operazione benefica che hanno lanciato, dando un’occasione di fare del bene anche a chi sarebbe stato titubante senza la rassicurazione di un viso conosciuto. Contemporaneamente sono state messe a tacere tutte le voci che volevano la coppia Ferragni – Fedez, altrimenti nota come Ferragnez, al centro di una bieca operazione di marketing autopromozionale.

In tutto sono stati raccolti quasi 4 milioni e 300mila euro, con un capitale iniziale, sborsato dalla fashion blogger e dal cantante, pari a 100mila euro. La raccolta fondi era partita il 9 marzo e già nelle prime 5 ore era stato raccolto un milione di euro. In una decina di giorni è stato dunque superato l’obiettivo previsto di 4 milioni: un ottimo risultato che in qualche modo fa rivalutare la tanto vituperata categoria degli influencer.

Storia

  • Chiara Ferragni