https://mymetrix.comscore.com/app/report.aspx

Kirk Douglas lascia l'eredità di 61 milioni in beneficenza, nulla ai figli

L'eredità del grande attore di Hollywood servirà ad aiutare i più bisognosi attraverso la Douglas Foundation, fondata 60 anni fa.

Pubblicato il 24 febbraio 2020

Apertura del testamento a sorpresa per la famiglia Douglas. Come si ricorderà, lo scorso 5 febbraio è morto all’età di 103 anni il patriarca Kirk Douglas, uno dei grandi attori della epoca d’oro di Hollywood. Coloro che lo conoscevano ne hanno sempre parlato come di un uomo molto generoso, e questa sua caratteristica ha caratterizzato anche il suo lascito.

La maggior parte della sua fortuna, ammontante a circa 61 milioni di dollari, è andata infatti alla Douglas Foundation, l’ente di beneficenza fondato circa 6 decenni fa. La no-profit si è occupa di assistere il Children’s Hospital di Los Angeles, il Kirk and Anne Douglas Childhood Center offre una borsa di studio presso la St. Lawrence University agli studenti bisognosi.

Creata nel 1964 da Kirk Douglas e la moglie Anne Beydens Douglas, la società si occupa anche di aiutare economicamente il Westwood’s Sinai Temple e il Kirk Douglas Theater, un cinema completamente ristrutturato dall’attore e trasformato in un teatro.

Anne Douglas, che è stata sposata con l’interprete per 65 anni, risulta ancora essere la responsabile del fondo. Non è al momento chiaro quanto il resto della fortuna di Kirk – stimata in circa 10 milioni di dollari – sarà distribuita tra i famigliari, o se lo sarà in toto: oltre ad Anne si contano il figlio Joel, produttore cinematografico, e Peter e Michael, rispettivamente produttore televisivo e attore, nati dal primo matrimonio.

Michael Douglas però non sembra essere destinato a ereditare niente, anche perché gli esperti ritengono che non avrebbe bisogno di una simile cifra. La fortuna dell’interprete di Wall Street dovrebbe infatti raggiungere i 300 milioni di dollari. Lo stesso attore, alla notizia della morte del padre, ne aveva lodato lo spirito filantropico e la grandissima generosità.