Kirk Douglas abusò di Natalie Wood: l'accusa della sorella dell'attrice

La protagonista di Gioventù Bruciata e West Side Story sarebbe stata vittima di una violenza da parte della star di Hollywood nel 1955, quando era appena adolescente: a raccontarlo è Lana Wood, autrice del libro di memorie Little Sisters.

Pubblicato il 5 novembre 2021
News

A quarant’anni dalla sua morte, avvenuta nel 1981, si riaccendono i riflettori su Natalie Wood. La sorella, Lana, ha infatti scritto un libro di memorie, intitolato Little Sisters e in uscita il 9 novembre, in cui rivela che l’attrice è stata vittima di un abuso. Nel 1955, appena sedicenne, Natalie sarebbe stata violentata da Kirk Douglas, che allora era un attore già affermato.

Diversi media americani, tra cui The Guardian, hanno pubblicato un estratto dell’autobiografia di Lana Wood, in cui l’autrice racconta dell’esperienza vissuta dalla sorella quando lei aveva soltanto otto anni. L’aggressione sarebbe avvenuta a Hollywood, al Chateau Marmont Hotel, dove la giovane attrice e Douglas si sono incontrati, mentre la sorellina e la madre aspettavano fuori dall’albergo:

“Mi sembrò essere passato molto tempo, prima che Natalie tornasse in macchina. Mi svegliò sbattendo la portiera. Sembrava sconvolta. Era spettinata e molto turbata, e lei e la mamma iniziarono a sussurrarsi delle parole, senza che io capissi cosa si stessero dicendo. Apparentemente era successo qualcosa di brutto a mia sorella, ma qualunque cosa fosse, a quanto pare ero troppo giovane perché mi venisse raccontata”.

Dopo quel brutto episodio, Natalie non ha più parlato di quanto accaduto, tenendo la sorella all’oscuro fino a quando le due sono diventate adulte. Soltanto in quel momento Lana è venuta a sapere ciò che realmente era successo quella sera. Nel libro, poi, l’autrice spiega che Wood e la madre avevano deciso, di comune accordo, di non denunciare Douglas: non perché l’abuso non fosse avvenuto realmente, ma perché, secondo loro, accusare una star di Hollywood di una cosa simile sarebbe stato deleterio per la carriera dell’attrice, che si stava ancora facendo strada nel mondo del cinema.

Nonostante siano trascorsi quarant’anni dalla sua scomparsa, Natalie Wood continua a far discutere. Prima che la sorella rivelasse questo episodio, infatti, l’attrice è stata per diverso tempo al centro dell’attenzione dei media proprio in seguito alla sua morte, avvenuta in circostanze ancora misteriose. Durante una gita in barca, al largo dell’isola di Santa Catalina, in California: se inizialmente le autorità sostenevano che si fosse trattato di un incidente, in seguito le indagini sono state aperte più volte per andare a fondo della questione, senza mai però raggiungere un risultato certo. Secondo alcuni, tra cui Lana Wood, il marito Robert Wagner sarebbe coinvolto.

Seguici anche su Google News!